rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cronaca

Inaugurazione anno giudiziario, Pizzino: "Molto da fare a livello strutturale nel distretto etneo"

"Servono più risorse e personale per dare alla Giustizia italiana quella marcia in più, quella modernizzazione necessaria per superare gli storici problemi del settore, ulteriormente aggravati dalla pandemia". E' quanto dichiarato da Rosario Pizzino, presidente del Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Catania

"Servono più risorse e personale per dare alla giustizia italiana quella marcia in più, quella modernizzazione necessaria per superare gli storici problemi del settore, ulteriormente aggravati dalla pandemia". Lo ha detto Rosario Pizzino, presidente del Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Catania, in occasione dell'inaugurazione dell'Anno giudiziario.

"L'efficienza della giustizia ha costituito una delle principali raccomandazioni che l'Unione Europea - ha spiegato - ha rivolto all'Italia, subordinando all'ottenimento di detto obiettivo l'erogazione di una parte dei fondi del Recovery Plan. Nelle azioni governative connesse al Piano di Rinascita e Resilienza, prevale l'impegno di ridurre i tempi del processo civile (40%) e del processo penale (25%). In questa direzione, la riforma Cartabia, oltre che la riscrittura delle norme processuali, ha individuato nuovi modelli di organizzazione del lavoro del Giudice e degli uffici giudiziari, resi possibili grazie ad investimenti sul personale e sulle strutture".

"Il rapporto tra efficienza e ragionevole durata del processo è strettamente connesso: senza l'una, non è raggiungibile l'altra, e tutti siamo chiamati a fare la nostra parte. Nella relazione della ministra sull'amministrazione della giustizia per il 2022, ho colto pragmaticità, concretezza ed operatività, buona cornice per l'avvio delle importanti trasformazioni che ci attendono. L'efficienza della giustizia italiana è inscindibilmente connessa all'adeguatezza delle sue strutture".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inaugurazione anno giudiziario, Pizzino: "Molto da fare a livello strutturale nel distretto etneo"

CataniaToday è in caricamento