Incassa assicurazione della moglie morta, figlia lo denuncia

Le indagini sono state avviate dopo la denuncia della figlia della coppia, anche lei erede legittima come il padre, all'assicurazione spiegando che la madre era morta da tre giorni e non poteva essere stata lei a esprimere la volontà di incassare il premio

Avrebbe incassato 14 mila euro di un'assicurazione intestata alla moglie tre giorni dopo il suo decesso, esibendo la carta di identità della defunta e facendo firmare la quietanza a una donna che aveva spacciato per lei. E' l'accusa contestata a un vedovo di Catania che è stato denunciato dal commissariato Borgo Ognina per truffa e sostituzione di persona. La polizia ha indagato due dipendenti dell'agenzia per calunnia e falso ideologico. Le indagini sono state avviate dopo la denuncia della figlia della coppia, anche lei erede legittima come il padre, all'assicurazione spiegando che la madre era morta da tre giorni e non poteva essere stata lei a esprimere la volontà di incassare il premio. Alla polizia l'assicuratore di Catania ha detto di essere stato ingannato dall'uomo che era in compagnia di una donna, spacciata per la defunta moglie, e di non essersi accorto del raggiro poiché la signora, che ha simulato di stare male, indossava un copricapo che ne ha reso difficile il riconoscimento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

Torna su
CataniaToday è in caricamento