menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Incastrato dalle impronte digitali: rapinatore in carcere

I carabinieri della stazione di Bronte hanno arrestato il 30enne Alfio Bonsignore condannato a 3 anni di reclusione

I carabinieri della stazione di Bronte hanno arrestato il 30enne Alfio Bonsignore, del posto, in esecuzione di un ordine per la carcerazione emesso dal Tribunale di Catania. L’uomo, già sottoposto agli arresti domiciliari con l’obbligo di indossare il braccialetto elettronico, è stato condannato a 3 anni, 9 mesi e 10 giorni di reclusione per rapina aggravata in concorso. Nella serata del 12 dicembre del 2016, con l’aiuto di un complice, armato di pistola e con il volto travisato da passamontagna, fece irruzione nella tabaccheria di piazza Nunzio Azzia dove, sotto la minaccia dell’Arma, costrinse la proprietaria a consegnargli i 500 euro dell’incasso. I carabinieri riuscirono a collocarlo sul luogo della rapina grazie alle impronte digitali lasciate dal malvivente sullo schermo del terminale dedicato al gioco del lotto. L'arrestato, assolte le formalità di rito, è stato associato al carcere di Catania Piazza Lanza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Odore di fumo: come eliminarlo

Alimentazione

Ingrassare: i periodi nei quali lo si fa 'naturalmente'

Giardino

Piante: perchè tenere in casa la Dracaena Fragrans

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Confcommercio Fipe: "Basta dall'1 febbraio riapriamo"

  • Formazione

    Lavoro: le figure professionali più ricercate dalle aziende

  • Meteo

    Meteo, da una inusuale estate all'inverno in solo 7 giorni

Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento