Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca

Dopo un venerdì di fuoco, ancora focolai e allerta per rischio incendi

Dieci squadre a terra sono attualmente impegnate per diversi incendi di vegetazione che stanno interessando anche oggi il capoluogo etneo. Oltre 100 gli interventi svolti da ieri. In azione anche carabinieri e polizia

Il giorno dopo gli incendi che hanno fatto bruciare buona parte della provincia etnea, i vigili del fuoco sono ancora impegnati nell'opera di spegnimento di diversi focolai. Dieci squadre a terra sono attualmente operative per diversi incendi di vegetazione. Interessate le zone della Piana di Catania, contrada Passo Martino, Fossa Creta, via Palermo, Belpasso e Castel di Iudica. A lavoro 60 vigili del fuoco con 20 automezzi e in supporto sono arrivate 4 squadre: due da Messina e Ragusa e due squadre boschive dei vigili del fuoco.

La situazione, infatti, per quanto sia rientrata rimane in allerta: è stato diffuso dalla Protezione civile regionale un avviso di allerta rossa per rischio incendi e per ondata di calore di livello 3 per le giornate di oggi 31 luglio e 1 agosto, con temperature percepite fino a 39 gradi. In base al bollettino straordinario emesso oggi, l'allerta per rischio incendi proseguirà fino al 6 agosto.

Durante il venerdì di fuoco che ha gettato nel panico la zona sud di Catania, numerosi sono stati gli interventi anche delle forze dell'ordine. I carabinieri sono intervenuti con 14 pattuglie del nucleo Radiomobile, delle varie stazioni urbane e della tenenza di Misterbianco. Zone di intervento sono state sempre la Plaia, il Paradiso degli aranci, il ponte Primosole, la zona Torero e la via Sebastiano Catania per un focolaio nei pressi di una struttura sportiva.

cc-16-11

Decine gli equipaggi impegnati dell’Upgsp e dei commissariati sezionali di Librino, Nesima, Borgo Ognina e Centrale, con il supporto di personale del Gabinetto Regionale della polizia Scientifica e di automezzo speciale dotato di idrante, con equipaggio specializzato e scorta tecnica, del X Reparto Mobile, nonché di pattuglie dell’Esercito Italiano. Oltre trenta i focolai di incendio, di proporzioni molto vaste, su cui sono intervenuti gli operatori della polizia di Stato, di tutta la periferia Sud e Sud-Ovest del centro cittadino, in particolare alla Plaia e nei quartieri San Giorgio, Librino, San Francesco la Rena. Danneggiati anche numerosi terreni agricoli, decine di auto parcheggiate e molte civili abitazioni. Complessivamente sono state evacuate circa 200 persone, alle quali è stata prestata assistenza dalla Protezione Civile.

IMG-20210731-WA0013-2

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo un venerdì di fuoco, ancora focolai e allerta per rischio incendi

CataniaToday è in caricamento