Incendi, un tavolo tecnico per la sicurezza della Plaia

Dopo il grosso incendio avvenuto nel pieno dell'estate allo studio le soluzioni tecniche per evitare il ripetersi di situazioni simili

Catanesi e turisti che si trovavano lungo il litorale della Plaia difficilmente dimenticheranno il 10 luglio. In quella data un terribile incendio arrivò a distruggere anche stabilimenti balneari e i cittadini furono soccorsi anche via mare. Adesso si punta sulla prevenzione. E' questo l'obiettivo di un tavolo tecnico per definire il piano di protezione civile della Plaia di Catania che si è svolto oggi a San Giovanni la Punta.

L'incontro, fortemente voluto dal presidente Musumeci e dal capo del Dipartimento Sicilia Calogero Foti, ha visto la presenza dei responsabili dell'ufficio tecnico della protezione civile di Catania, i vigili del fuoco, i rappresentanti degli assessorati regionali delle Agricoltura, del Territorio e Ambiente e del sindacato dei gestori degli stabilimenti balneari.

Durante la riunione sono state individuate nuove vie di fuga che alleggeriscano il carico del viale Kennedy ed aree di parcheggio ed è emersa l'esigenza di dotare l'area di bocche di approvvigionamento idrico per le unità dei vigili del fuoco. Saranno anche avviati diversi interventi come il censimento degli alberi d'alto fusto, la ricognizione delle aree abbandonate per provvedere alla pulitura dei luoghi, la creazione durante la stagione estiva di due presidi, di volontari di protezione civile e vigili urbani - e la realizzazione di una gestione unica del flusso di comunicazione che metta in rete il Dipartimento, le unità dei Vigili Urbani poste all'accesso del viale Kennedy ed i gestori degli stabilimenti balneari.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Anche i gestori dei lidi hanno voluto fare la loro parte aderendo alla proposta di creare un'apposita figura di referente per la protezione civile capace di gestire la criticitaà, in grado anche di gestire le situazioni di emergenza e di disporre all'interno degli stabilimenti anche di una riserva d'acqua utile allo spegnimento di incendi. Tra le azioni coordinate con il Dipartimento regionale Ambiente anche la realizzazione di punti di raccolta per l'evacuazione via mare con mezzi della capitaneria di porto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza regionale sul Coronavirus: obbligo di mascherina e più controlli

  • Carabiniere preso a calci e pugni ad un posto di blocco da un 39enne

  • Coronavirus, casi positivi al Cutelli e alla Livio Tempesta: studenti e personale in quarantena

  • Incidente in Tangenziale, traffico in tilt: un ferito grave

  • Il Gruppo Arena lancia l’ultimo modello di Superstore

  • Blitz antidroga a San Cristoforo, sequestrati cocaina e 7 mila euro in contanti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento