Emergenza incendi, attivato un presidio nel campo rom di Zia Lisa

Spento il grande incendio divampato ieri sera nel campo nomadi di Zia Lisa, evacuate 300 persone e messa in sicurezza l'area. La comunità rom ha rifiutato gli alloggi di emergenza offerti dal Comune

Numerosi gli incendi divampati nella giornata di ieri in città. L'ultimo, in ordine di tempo, ha coinvolto ieri sera il campo nomadi di Zia Lisa, molto vicino al cimitero. Spente le fiamme il Comune ha provveduto ad attivare un presidio in coordinamento con i servizi sociali e le associazioni che hanno contatto con la comunità rom, per garantire pasti alle circa 300 persone evacuate e per provvedere al reperimento di alloggi di emergenza. Cosa, quest'ultima, che è stata rifiutata dalle famiglie rom che hanno preferito trovare alloggio presso altre comunità della medesima etnia dell'hinterland catanese.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il vicesindaco Marco Consoli e l'assessore Rosario D'Agata, mantenendosi in stretto contatto con il sindaco Bianco, dopo lo spegnimento dell'incendio da parte dei vigili del Fuoco hanno fatto nella mattinata di oggi un sopralluogo nel campo rom ormai deserto e messo in sicurezza. Salvo Consoli ha anche provveduto con la Protezione Civile ad effettuare un controllo nelle aree limitrofe all'incendio, compresa quella del Cimitero, nel corso del quale si è appurato che non esiste alcun pericolo per la popolazione. I vigili urbani hanno in ogni caso attivato un presidio di sorveglianza. In buona sostanza la protezione civile ha diversi interventi anche con la motopala: nella ex scuola Ungaretti per la recrudescenza di un focolaio, all'interno del cimitero su richiesta dei vigili urbani, sulla tangenziale in prossimità dello svincolo di Misterbianco su richiesta dell'Anas, nell'Oasi del Simeto su richiesta del corpo forestale. Sull'origine degli incendi le autorità competenti preferiscono non pronunciarsi prima che vengano fatte le dovute indagini

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto 2020 - Come presentare la richiesta di esenzione e rimborso

  • Coronavirus e Dpcm, Musumeci: "Ci permettano di aprire fino alle 23 ristoranti, bar, pizzerie"

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Sparatoria in centro commerciale dopo litigio: un ferito grave

  • Covid-19: la differenza tra test sierologico, tampone rapido e tampone molecolare

  • Tentato omicidio al centro commerciale, il 19enne ha utilizzato pistola con matricola abrasa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento