Incendiata l'auto del sindaco di Aci Bonaccorsi Vito Di Mauro

Un uomo che ha scavalcato durante la notte il muro della sua villetta, appiccando il fuoco con del liquido infiammabile per poi fuggire via

foto archivio

L'auto del sindaco di Aci Bonaccorsi, Vito Di Mauro, è stata data alle fiamme la notte scorsa da un uomo che ha scavalcato durante la notte il muro della sua villetta, appiccando il fuoco con del liquido infiammabile per poi fuggire via. Sulla vicenda indagano i carabinieri, che sarebbero vicini alla risoluzione del caso. Da fonti investigative si apprende che l'atto vandalico, compiuto nella notte tra martedì e mercoledì non e' da ricondurre all'attività amministrativa del primo cittadino. Al vaglio degli inquirenti le immagini delle telecamere di sorveglianza della zona.

Le reazioni

Il sindaco della città metropolitana di Catania Salvo Pogliese ha espresso solidarietà e vicinanza al primo cittadino del comune pedemontano. “Ancora un episodio di intimidazione – ha detto Pogliese – rivolto contro un sindaco sul quale spero presto si faccia luce per assicurare alla giustizia gli autori di questi atti di criminalità che tendono a intimorire un coraggioso uomo delle istituzioni, di cui conosco e apprezzo serietà e capacità, forse nel tentativo di ostacolare il lavoro dell’amministrazione cittadina”.

"Esprimiamo la nostra solidarietà al sindaco di Aci Bonaccorsi, Vito Di Mauro che è stato vittima di un attentato incendiario in queste ore". Lo hanno dichiarato Leoluca Orlando e Mario Emanuele Alvano, presidente e segretario generale di Anci Sicilia. "L'intimidazione subita dal sindaco Di Mauro va condannata senza mezzi termini e rappresenta un fatto gravissimo che, purtroppo, si aggiunge a una innumerevole serie di atti subiti da amministratori che rischiano quotidianamente la propria incolumità personale nello svolgimento del mandato ricevuto dai propri concittadini". "Sono sempre inaccettabili episodi come questo - aggiungono Orlando e Alvano - che mirano a condizionare l'operato dei pubblici amministratori che operano in una terra difficile come la nostra. Ci auguriamo che magistratura e forze dell'ordine facciano al più presto luce su quanto avvenuto, assicurando alla giustizia i responsabili".

Anche il primo cittadino di Aci Sant’Antonio, Santo Caruso, esprime la sua vicinanza con una lettera indirizzata a Vito Di Mauro. “Caro Vito, l’attacco ignobile che hai dovuto subire, con l’incendio appiccato in piena notte, è il frutto del tuo prezioso lavoro, della tua incisiva azione politica. E quindi del tuo sudore, del tempo speso senza risparmiarti, della passione che nutri e che metti in atto. La mia voce si unisce al coro di solidarietà che la società civile ha alzato per mostrarti la sua vicinanza, e si somma, al tempo stesso, al fermo urlo di condanna nei confronti di chi, agendo nel buio della notte come l'ultimo dei vigliacchi, ha dato sfogo a questo ennesimo gesto intimidatorio. “Come è giusto che sia, ricordo a te e a tutti quelli che in questo momento stanno valutando quanto si possa reggere ancora sotto questo clima avvelenato, che non sei solo. Non siete soli. Chiunque cammina a testa alta e mostra alla luce del sole il coraggio delle proprie rette azioni forma con te, con voi, un invalicabile muro, baluardo di legalità, onestà, alto valore civile".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Santapaola-Ercolano, blitz dei carabinieri del Ros: i nomi degli arrestati

  • La spartizione dei soldi del clan Santapaola-Ercolano: "C'è u nanu ca tuppulìa"

  • Aggressione ai poliziotti al "Tondicello", presi gli autori

  • Blitz dei carabinieri del Ros: arresti e sequestro di beni al clan Santapaola-Ercolano

  • Cade lampione su passante mentre allestiscono luci di Natale in via Etnea

  • Poste Italiane cercano portalettere anche a Catania

Torna su
CataniaToday è in caricamento