Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Incendio nella tenuta di Musumeci, sospetta coincidenza con le denunce

Il capogruppo all'Ars di Diventerà Bellissima Alessandro Aricò commenta l'incendio divampato ieri sera nella campagna di proprietà del governatore siciliano

"Speriamo di sbagliarci, tuttavia è certamente sospetta la coincidenza temporale tra le denunce di Nello Musumeci contro i piromani e l'incendio che ha colpito la sua campagna a Militello Val di Catania". Così il capogruppo all'Ars di Diventerà Bellissima Alessandro Aricò commenta l'incendio divampato ieri sera nella campagna di proprietà del governatore siciliano.

"Siamo certi che le forze dell'ordine faranno luce sulla causa del rogo, appurando quindi se sia o no di origine dolosa - aggiunge - Intanto, al fianco del presidente della Regione e insieme alla gran parte dei siciliani, continueremo con forza e senza farci intimidire a dare la caccia a quei criminali che appiccano incendi, uno dei reati più barbari che ci siano".

"Ad appena pochi giorni dalle denunce del governatore Musumeci contro i piromani, alcuni terreni della sua abitazione a Militello Val di Catania sono stati incendiati. Saranno le indagini a far chiarezza su quanto accaduto ma è certo che la tempistica degli eventi è davvero inquietante. Conosco bene e da tempo il Presidente Musumeci e so per certo che qualora emergesse dalle indagini che tali roghi non sono stati accidentali ma dolosi, non sortirebbero alcun effetto intimidatorio ma anzi faranno proseguire il presidente Musumeci con ancora piu convinzione nell’opera di pulizia e di rilancio della nostra Terra", ha aggiunto il consigliere comunale etneo Manfredi Zammataro del gruppo di Diventerà Bellissima.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio nella tenuta di Musumeci, sospetta coincidenza con le denunce

CataniaToday è in caricamento