Incendio alla Plaia, sindaco Pogliese: "Un duro colpo per la città"

"Intendo incontrare gli operatori dei lidi quanto prima per un confronto operativo e sarò alla Plaia per una prima verifica dei danni, assieme al presidente del Sib (Sindacato balneari) Ignazio Ragusa", ha dichiarato Pogliese

"Un altro duro colpo alla città. Stavolta incendi devastanti hanno colpito la Plaia, da sempre fulcro della stagione estiva catanese, danneggiando pesantemente gli imprenditori dei lidi, ma anche l'ambiente circostante". E' il commento del sindaco di Catania, Salvo Pogliese, ai danni causati dagli incendi che hanno devastato parte del litorale.

"Un sincero ringraziamento va ai vigili del fuoco che hanno rischiato in prima persona per arginare il propagarsi del fuoco, ai tanti volontari che hanno aiutato i bagnanti a mettersi in salvo e agli operatori della protezione civile e delle forze dell'ordine che hanno assistito la popolazione nei momenti drammatici dei roghi - ha aggiunto Pogliese -. Ho seguito personalmente dalla sala operativa della prefettura allestita nel primo pomeriggio, insieme con l'assessore Alessandro Porto, l'evolversi degli incendi e l'azione dei soccorsi, che sono stati tempestivi ed efficaci. Intendo incontrare gli operatori dei lidi quanto prima per un confronto operativo e sarò alla Plaia per una prima verifica dei danni, assieme al presidente del Sib (Sindacato balneari) Ignazio Ragusa".

Oggi in arrivo a Catania anche il capo del corpo dei vigili del fuoco, Fabio Dattilo, per un sopralluogo nei luoghi devastati dagli incendi.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arresti a raffica della squadra mobile etnea

  • 8 cibi che non dovrebbero essere dati ai bambini

  • Dimentica di inserire il freno a mano, muore schiacciata dalla sua auto

  • Traffico di droga, nel mirino i clan Cappello-Bonaccorsi e Cursoti Milanesi: 40 arresti

  • Incidente stradale, auto si ribalta in tangenziale: conducente bloccato all'interno

  • Traffico di droga pilotato dai clan, 40 arresti: i nomi

Torna su
CataniaToday è in caricamento