rotate-mobile
Lunedì, 8 Agosto 2022
Cronaca San Gregorio di Catania / Via Gelatusi

Incendio a San Gregorio: botta e risposta tra Comune e Cas

Le fiamme divampate in via Gelatusi hanno distrutto circa quaranta mezzi della ditta coinvolta. L'assessore alla polizia locale Cambria: "Se rogo è partito dai margini della strada non ripuliti Autostrade risponda". La replica: "Intervento effettuato venerdì e l'officina non aveva autorizzazioni"

"La maggior parte degli incendi sono di origine dolosa ma le istituzioni o Enti gestori hanno adempiuto a questo dovere?" A parlare è l'assessore alla polizia locale Salvo Cambria con riferimento all'incendio che si è sviluppato ai margini dell’autostrada A18, in via Gelatusi, a San Gregorio la cui estensione ha raggiunto un'officina meccanica distruggendo circa quaranta mezzi tra auto, furgoni e autoarticolati. L'amministrazione aveva emanato l'ordinanza con la quale vietava di accendere fuochi in corrispondenza di terreni normalmente coltivati o lotti interclusi lasciati in stato di abbandono nel periodo che va dal 15 giugno al 15 ottobre.

"I cittadini sangregoresi hanno quasi tutti eseguito gli 'ordini' impartiti dall’ordinanza sindacale, vorrei invece puntare il dito contro le istituzioni, perché è vero che ci sono i vigili del fuoco che fanno bene il loro lavoro, ma in periodi così emergenziali è necessario avere più mezzi dislocati nei territori, magari tramite la Protezione civile o il Corpo Forestale visto che abbiamo una Riserva naturale di 90 ettari che più volte in passato è andata in fumo", è la posizione di Cambria. "I danni fin qui rilevati sono solo di natura materiale e nessun cittadino ha rischiato la vita ma stiamo andando verso un collasso totale - sostiene l'assessore - Non possiamo andare avanti così". Secondo Cambria il Comune non sarebbe in condizioni di fare granché, ma occorrerrebbe un supporto esterno. "Un'azienda importante come il Cas (Consorzio per le autostrade siciliane), se è vero che l’incendio è partito dai margini dell’autostrada non ripuliti, dovrà assumersi eventuali responsabilità".

La replica di Autostrade Siciliane

In relazione alle dichiarazioni rilasciate alla stampa dall’Assessore alla Polizia del Comune di San Gregorio Salvo Cambria relative all’incendio divampato nel pomeriggio di domenica scorsa, la governance di Autostrade Siciliane informa che l’area oggetto delle dichiarazioni, di pertinenza dell’ente, era stata interessata da regolare intervento di pulizia e scerbatura, conclusosi per altro nella giornata di venerdì scorso. In attesa che le indagini portate avanti dalle autorità competenti determino le dinamiche di innesco e propagazione delle fiamme, l’amministrazione ha avviato un’indagine interna dalla quale si è evidenziato che all’officina attigua all’autostrada, dove è esploso l’incendio, non è mai stata concessa alcuna autorizzazione all’utilizzo dell’area, né tantomeno al deposito di automezzi o alla costruzione di opere civili.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio a San Gregorio: botta e risposta tra Comune e Cas

CataniaToday è in caricamento