Inchiesta appalti escursioni sull'Etna, sono 18 le persone rinviate a giudizio

Tra loro ci sono l'imprenditore Francesco Augusto Russo Morosoli e il dirigente dell'area tecnica del Comune di Linguaglossa, Francesco Barone, indagati per turbata liberta' degli incanti e corruzione. La prima udienza del processo si terrà il 7 maggio 2020

Sono 18 le persone rinviate a giudizio nell'ambito dell'inchiesta 'Aetna', della Guardia di Finanza, sulla gestione 'monopolistica' delle escursioni sull'Etna. Lo ha stabilito il gup Giancarlo Cascino, accogliendo la richiesta della Procura.

Tra questi c'è pure l'imprenditore Francesco Augusto Russo Morosoli e il dirigente dell'area tecnica del Comune di Linguaglossa, Francesco Barone, tutti e due indagati per turbata libertà degli incanti e corruzione. Al centro dell'inchiesta gli affidamenti del servizio di trasporti a fini turistici sul versante Nord dell'Etna, con pista rotabile di Piano Provenzana, dal 2016 al 2018 e quello in concessione di un immobile del Comune a Monte Conca nel 2018.

Morosoli deve rispondere anche dell'estorsione ai dipendenti dell'emittente Ultima Tv", poi chiusa, di cui era editore. La prima udienza del processo si terrò il 7 maggio 2020 davanti la terza sezione penale del Tribunale. Giudizio abbreviato, con inizio il 17 gennaio 2020, invece, per il funzionario regionale Giuseppe Dentici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

  • Un incendio per disfarsi delle cimici, smantellate due piazze di spaccio: 16 arresti

Torna su
CataniaToday è in caricamento