Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca

Inchiesta "Buche d'oro", richiesta di patteggiamento avanzata dagli imputati

La Procura ha dato parere positivo e ha riqualificato il reato in induzione indebita a dare o promettere utilità per due imputati: gli imprenditori Amedeo Perna e Santo Orazio Torrisi

La richiesta di patteggiamento avanzata dalla maggioranza degli imputati ha caratterizzato l'udienza preliminare, davanti al Gup Luca Lorenzetti, dell'inchiesta 'Buche d'oro' a dipendenti dell'Anas di Catania e a rappresentanti di imprese accusati di corruzione. La Procura ha dato parere positivo e ha riqualificato il reato in induzione indebita a dare o promettere utilità per due imputati: gli imprenditori Amedeo Perna e Santo Orazio Torrisi.

I legali di quest'ultimo, gli avvocati Vincenzo Mellia e Orazio Consolo, hanno chiesto la messa in prova del loro assistito. Il Giudice ha aggiornato l'udienza preliminare a mercoledì prossimo. Il procuratore aggiunto Agata Santonocito e i sostituti Fabio Regolo e Fabrizio Aliotta, su indagini del nucleo Pef della guardia di finanza di Catania, hanno chiesto il rinvio a giudizio per corruzione di 13 imputati e, come persone giuridiche, di nove imprese. Parte lesa è l'Anas Spa, che si è costituita parte civile rappresentata dal prof. Giovanni Grasso. Sono 12 i casi contestati dall'accusa con presunti tangenti che oscillano, secondo l'accusa. tra i 3.000 e i 60mila euro per oltre 300mila euro.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inchiesta "Buche d'oro", richiesta di patteggiamento avanzata dagli imputati

CataniaToday è in caricamento