Inchiesta Catania, le intercettazioni tra "treni", "melanzane" e "business"

I vertici del Catania calcio parlavano in codice e così Antonio Pulvirenti era "il magistrato" mentre i calciatori erano "i treni". Per Fabrizio Milozzi i soldi erano "melanzane", ed ecco svelati grazie alle intercettazioni i sistemi di "riciclaggio". Arbotti e Pietro Di Luzio parlano di alterazione di un risultato di una delle gare coinvolte nell'indagine

Continuano le indagini relative all'operazione "I treni del gol" che, ieri, ha buttato nello sconforto un'intera città. Le perquisizioni effettuate ieri mattina dalla Polizia di Stato nelle abitazioni degli indagati, hanno inguaiato ulteriormente la posizione del Catania. Adesso al vaglio nuove intercettazioni su come veniva gestito il business delle "partite comprate".

Intercettata una telefonata di Fabrizio Milozzi con la quale il 46enne pregiudicato, ex procuratore sportivo, chiarisce i sistemi di "riciclaggio" di proventi dell'attività di alterazione dei risultati sportivi. L'uomo sarà sentito lunedì prossimo, durante il previsto interrogatorio di garanzia ( GUARDA IL VIDEO)

Intercettata anche una telefonata tra Fernando Antonio Arbotti e Pietro Di Luzio con la quale il 55enne procuratore sportivo e agente Fifa e il 51enne ex collaboratore del Genoa parlano di alterazione di un risultato di una delle gare coinvolte nell'indagine ( GUARDA IL VIDEO)

ECCO COME TRUCCAVANO LE PARTITE: INTERCETTAZIONI

L'INCHIESTA: IL TERREMOTO SUL CALCIO CATANIA

Nella seguente conversazione, Delli Carri e Di Luzio discutono sui gravi problemi economici del Catania, anche in virtù della vicenda WindJet. Ecco il testo riportato da sottoilcielorossazzurro.it.
Di Luzio: l’altro anno non ce l’ha?
Delli Carri: eh capito?
Di Luzio: lui è retrocesso l’altr’anno?
Delli Carri: e si dodici milioni e mezzo ha preso, oh!
Di Luzio: e già se li è mangiati tutti?
Delli Carri: si…secondo me si…vedendo i numeri si Piero io ho visto i numeri secondo me si
Di Luzio: e quindi l’altr’anno come ce la fa la squadra a vincere?
Delli Carri: beh infatti è quello che voglio capire…ma io gli ho dato una idea…lui mi ha chiesto a Pescara come avessi fatto
Di Luzio: sì, ma mica ti può lasciare a scadenza?
Delli Carri: e io ho un anno ancora, oh!
Di Luzio: appunto dico…quando finisce sto campionato mica ti può lasciare
Delli Carri: infatti voglio capire per bene Piero…voglio capire per bene che cosa hanno intenzione di fare
Di Luzio: ti deve minimo allungare un anno
Delli Carri: io mi sto interessando di altre cose Piero…altre squadre eh
Di Luzio: ma hai parlato con qualcuno?
Delli Cari: no c’ho una cosa che stiamo cercando di capire in tutti i modi che non si riesce a capire che è la Ternana che sembrerebbe che l’hanno venduta con un preliminare di accordo con una persona che martedì o mercoledì dovrebbe incontrare il papà di Flavia
Di Luzio: ah beh buono
Delli Carri: capito?
OMISSIS
Di Luzio: ma a te la non ti piacerebbe rimanere?
Delli Carri: io qua mi sto trovando bene mi piacerebbe rimanere ma con dei presupposti Piero..
Di Luzio: va beh penso che anche lui (Pulvirenti, ndr) vorrà trovare i presupposti…troverà l’appoggio troverà chi lo aiuta pure lui vorrà fare qualcosa
Delli Carri: Piero, io ha guardato i conti ieri Piero…ho guardato tutti i conti…c’è qualcosa che non me li da…pure Alessandro…Alessandro non viene pagato da sei mesi eh
Di Luzio: quindi a questo amico sta fattura mi sa che gliela “zotti”? fai una figura del ca**o che non la finisci più eh..
Delli Carri: no ma no te lo devo spiegare ma te lo devo spiegare a voce come stanno le cose…lui c’ha i conti bloccati conti ufficiali bloccati
Di Luzio: no ma all’amico gliel’abbiamo promesso che gliela pagavamo
Delli Carri: no ma quella…Piero quella cifra la …io non sto parlando di quella cifra di là Piero…quella è una cifra di me**a
Di Luzio: si lo so, lo so
Delli Carri: sai quanto serve l’anno prossimo? di intervento…io ho visto i conti ecco perché ti ho detto
Di Luzio: quanto serve?
Delli Carri: dieci milioni di euro
Di Luzio: da immettere dieci milioni?
Delli Carri: da immettere dieci milioni! e lui ha i conti bloccati Pieroo perché lui ha un concordato in atto per il fallimento della Wind Jet. Capito? E’ tutto bloccato…gli ufficiali, ti sto dicendo capito? quindi non so che cosa hanno in testa..perché ieri in un’ora e mezza di riunione di mattina…ad un certo punto quando siamo arrivati al dunque ha detto ‘no, no basta io mi sono stufato andiamocene andiamo a fare una passeggiata’ come se volesse evitare capito? io guardando i numeri ho chiesto una mano pure a Bonato stasera per comprarmi Castro…mo’ mi ha detto vediamo un attimo se ti posso aiutare..
Di Luzio: cioè tu pensi di risolvere facendo il mercato a luglio?
Delli Carri: bravissimo bravissimo ma un mercato da cinque milioni poi ci deve mettere altri cinque…ma il problema grande è che tu non puoi fare grandi interventi
Di Luzio: è bloccato il finanziario…in Lega? in Lega?
Delli Carri: eeeh capito?

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Coronavirus: Musumeci avvia la linea del rigore ma con chiusure parziali

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

  • Coronavirus, in Sicilia contagi in aumento (+796): in provincia di Catania sono 211

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento