Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca San Giovanni la Punta

Coinvolto nell'inchiesta "Docks": sconterà 11 anni in carcere

Il 42enne Antonino Cosentino è responsabile di associazione finalizzata al traffico illecito ed allo spaccio di sostanze stupefacenti

I carabinieri della stazione di San Giovanni La Punta, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla procura generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Catania, hanno arrestato il 42enne puntese Antonino Cosentino. I fatti che hanno portato alla sua condanna sono stati evidenziati grazie all’attività investigativa svolta in seno all’operazione “Docks”, eseguita il 4 luglio 2017 dai carabinieri del comando provinciale di Catania su disposizione della Direzione Distrettuale Antimafia etnea, che vide indagate e destinatarie di misure cautelari 54 persone, suddivise tra figure apicali e semplici affiliati della famiglia mafiosa “Santapaola-Ercolano”. Il Cosentino, in particolare, dovrà espiare la pena di 11 anni, 10 mesi e 20 giorni di reclusione perché resosi responsabile di associazione finalizzata al traffico illecito ed allo spaccio di sostanze stupefacenti commesso in Catania, Gravina di Catania, Santa Maria di Licodia, Giarre e Adrano dal febbraio al giugno del 2014. L’arrestato è stato associato al carcere catanese di Piazza Lanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coinvolto nell'inchiesta "Docks": sconterà 11 anni in carcere

CataniaToday è in caricamento