Inchiesta Iblis: Lombardo presente all'udienza, citato l'ufficiale del Ros

E' ripresa stamattina davanti al Gup di Catania, Marina Rizza, l'udienza per decidere sul rinvio a giudizio del presidente della Regione siciliana, Raffaele Lombardo, e di suo fratello Angelo

E' ripresa stamattina davanti al Gup di Catania, Marina Rizza, l'udienza per decidere sul rinvio a giudizio del presidente della Regione siciliana, Raffaele Lombardo, e di suo fratello Angelo, deputato Mpa alla Camera, per concorso esterno in associazione mafiosa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Raffaele Lombardo è presente in aula. Al suo arrivo, non ha fatto dichiarazioni. In programma l'audizione del maggiore del Ros dei carabinieri Lucio Arcidiacono, che ha condotto l'indagine "Iblis" da cui ha tratto origine il procedimento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sparatoria in viale Grimaldi, coinvolte almeno sei persone: due i morti

  • Sparatoria in viale Grimaldi, si scava nel mondo della droga per cercare il movente

  • Coronavirus, Musumeci firma nuova ordinanza: cosa cambia adesso in Sicilia

  • Duplice omicidio di Librino, 5 fermati vicini ai Cursoti milanesi

  • Sangue in Corso Sicilia: accoltellato un uomo, residenti esasperati

  • Covid, Musumeci: "Mascherine obbligatorie anche all'esterno senza la distanza di un metro"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento