Incidente Aci Castello, parla la direzione del Mama Sea

Il locale di fronte al quale è avvenuto un incidente ha scritto e diffuso una nota nella quale sottolinea la pericolosità della strada

Dopo il grave incidente avvenuto ieri sera ad Aci Castello di fronte al locale Mama Sea in cui sono rimasti coinvolti due ragazzi gravemente feriti la direzione ha scritto e diffuso una nota con alcune precisazioni sottolineando la totale mancanza di connessione tra il possibile litigio avvenuto nel locale e lo scontro tra auto e pedoni.

" Riguardo ai fatti di cronaca verificatisi alle ore 02,40 circa  - scrive il Mama Sea -nella notte del 7 Luglio, narrati in diversi articoli pubblicati da vari organi di stampa online, la direzione del locale Mama Sea esprime un addolorato rammarico per quanto accaduto ai due giovani pedoni, e coglie l’occasione per evidenziare ciò che nessuno ha realmente detto. Purtroppo, Via Antonello da Messina di Aci Castello, via in cui si trovano diverse attività diurne e serali, compresa la nostra, è ben nota a tutti come una strada molto pericolosa, più volte triste scenario di gravi incidenti stradali. Ciò a causa della scarsa illuminazione e delle altissime velocità con cui viene percorsa a tutte le ore, soprattutto nelle ore notturne da scellerati automobilisti. Non è la prima volta che Noi “gestori” di attività del luogo, prestiamo soccorso e assistiamo a scene raccapriccianti a causa di folli 'pirati' della strada".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Detto ciò, - continua la direzione del locale - dispiace molto leggere che tale incidente stradale sia stato forzatamente collegato a fatti narrati da alcuni ragazzi, ma privi di un reale riscontro. L’unica vera connessione che si può evincere dal triste episodio è il luogo dell’incidente, accaduto sotto gli occhi increduli dei clienti che stavano uscendo dal locale. Infatti, non vi è alcun nesso tra l’incidente stradale accaduto in via Antonello da Messina e l’attività svolta all’interno del locale, peraltro già in chiusura. Qualcuno azzarda ipotesi di 'risse' accadute all’interno del locale, che, a dire di qualcuno, siano proseguite fuori, ma al riguardo ci teniamo a precisare che all’interno del nostro locale non vi è stata alcuna rissa! Dispiace apprendere dai giornali che la prima cosa a cui si pensa, è fare notizia, magari coinvolgendo qualche nome di locali della movida catanese, senza tuttavia pensare al dolore di chi era presente e l’unica cosa che ha potuto fare è stata prestare i soccorsi immediati. Noi gestori, ci dissociamo fermamente da qualsiasi forma di violenza, uso di droghe, alcolismo e qualsiasi altro tipo di comportamento irrispettoso della Vita e del prossimo. Ci stringiamo attorno ai familiari dei due ragazzi, augurando loro una pronta ripresa da questo brutto incidente stradale. Restiamo a disposizione delle forze dell’ordine per fare chiarezza sull’accaduto ed identificare il responsabile di tale incidente, cosi come abbiamo già fatto mettendo a disposizione le registrazione delle nostre telecamere di sorveglianza poste davanti alla nostra attività. E, se ci è concesso dire la nostra, forse sarebbe il caso che anche ad Aci Castello, si mettessero i dossi pedonali in via Antonello da Messina, così come già fatto a Catania, per evitare che si raggiungano alte velocità, ma soprattutto per evitare che fatti simili si possano ripetere in futuro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'università: "Calo dei contagi, l'epidemia in Sicilia finirà prima che altrove"

  • "Sono uscito per vendere droga", lo dichiara nell'autocertificazione: arrestato

  • Coronavirus, l'avanzata resta costante: in Sicilia 73 nuovi casi, a Catania +30

  • Coronavirus, numerose segnalazioni di gente in giro: immunità di gregge o incoscienza?

  • Coronavirus, frenata dei contagi in Sicilia con +71 rispetto a ieri: a Catania solo +3

  • Coronavirus, sospeso avvio della stagione balneare

Torna su
CataniaToday è in caricamento