A Nella IV municipalità servono dissuasori per evitare incidenti, l'appello di Buceti

Per Erio Buceti, consigliere della IV Municipalità, "tante arterie della circoscrizione Cibali-Trappeto Nord-San Giovanni Galermo restano ancora estremamente pericolose per colpa dell'immobilismo delle istituzioni"

Il drammatico incidente di oggi pomeriggio, tra via Santa Rosa Da Lima e via San Nullo, in cui hanno perso la vita un uomo ed una donna riccende i riflettori sulla sicurezza stradale a Nesima. Per Erio Buceti, consigliere della IV Municipalità, "tante arterie della circoscrizione Cibali-Trappeto Nord-San Giovanni Galermo restano ancora estremamente pericolose per colpa dell'immobilismo delle istituzioni".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Per fare in modo che le nostre strade siano più sicure, chiedo per l'ennesima volta al Sindaco Bianco di attivarsi immediatamente per dotare le principali vie di Cibali, San Nullo e San Giovanni Galermo dei dissuasori di velocità e di un piano viario adeguato. Nella lista di strade ad alto rischio che il sottoscritto ha stilato c'è via Galermo, viale Tirreno, via Giuseppe Ballo, via Merlino e via Sebastiano Catania. Quanto dovremo aspettare - conclude Buceti- prima che l'amministrazione comunale faccia qualcosa?"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Via Capo Passero, agguato a un 33enne gambizzato davanti casa

  • Operazione antimafia dei carabinieri, disarticolato il clan “Brunetto”: 46 arresti

  • Duro colpo ai Brunetto: le dinamiche del clan tra estorsioni, minacce e pestaggi

  • Ritrovato al Maas lo squalo Mako: denunciato il commerciante

  • Coronavirus, in Sicilia tre nuovi casi: +1 nella provincia etnea

  • Sequestrate 15mila bombole di gpl pericolose a una coppia di catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento