Incidente stradale sulla Palermo-Catania, auto contro tir: morta una donna, grave il figlio

La conducente dell'auto, una donna di Catania di 54 anni, è morta sul colpo. Il figlio, di 34 anni, che si trovava sul lato passeggero è in gravi condizioni

Una persona è deceduta e altre tre sono rimaste ferite, una in maniera grave, in uno scontro tra due auto e un mezzo pesante avvenuto sull'autostrada A19, Palermo-Catania, tra gli svincoli di Caltanissetta ed Enna. Secondo una prima ricostruzione l'incidente è avvenuto in un primo tempo tra una Renault Megan e una Lancia Y. Quest'ultima, dopo l'impatto, avrebbe invaso la carreggiata opposta schiantandosi prima contro un muro per frontalmente contro un tir che proveniva dalla parte opposta. La conducente dell'auto, una donna di Catania di 54 anni, è morta sul colpo. Il figlio, di 34 anni, che si trovava sul lato passeggero è in gravi condizioni. In un primo tempo è stato trasportato all'ospedale di Enna per il grave politrauma riportato per poi essere trasferito a Catania. Feriti, ma in maniera meno grave, anche i due passeggeri della Renault Megan che sono stati portati al Sant'Elia. A coordinare i soccorsi la centrale del 118 di Caltanissetta. Il tratto di strada sul quale si è verificato l'incidente attualmente è a doppio senso di circolazione per cantiere in attività sulla carreggiata opposta. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polstrada di Enna e dei Vigili del Fuoco, oltre al personale di Anas per la gestione della viabilità e per il ripristino della circolazione nel piu' breve tempo possibile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento