rotate-mobile
Incidenti stradali Paternò

Paternò, sequestrato arsenale nascosto in contrada Cubba

Le armi, sequestrate, in buono stato d’uso ed efficienti, saranno inviate al Reparto Investigazioni Scientifiche di Messina per gli accertamenti balistici finalizzati a verificare se le stesse siano state utilizzate in fatti criminosi. Sono in corso ulteriori riscontri investigativi per stabilire se le armi ritrovate siano state nella disponibilità della criminalità organizzata etnea

I Carabinieri della Compagnia di Paternò  hanno arrestato due braccianti agricoli, padre e figlio di 61 e 30 anni, per detenzione illegale di armi e munizioni, alterazione di armi e ricettazione. I miitari ieri sera, in Contrada Cubba, hanno eseguito una perquisizione in un fondo agricolo frequentato dai due insospettabili e grazie ad una unità cinofila all’interno di un camper sono riusciti a scovare in un doppio fondo ricavato in un tubo di plastica ben sigillato alle estremità 1 fucile a pompa cal. 12, con matricola abrasa, 2 fucili a canne mozze cal. 12, risultati oggetto di furto, e 20 cartucce a pallettoni cal.12 .

Nel corso dell’ operazione sono stati inoltre rinvenuti e sequestrati un Fiat Iveco 135, oggetto di furto, un Fiat 190, un Bobcat ed una motopala di probabile provenienza furtiva. Le armi, sequestrate, in buono stato d’uso ed efficienti, saranno inviate al Reparto Investigazioni Scientifiche di Messina per gli accertamenti balistici finalizzati a verificare se le stesse siano state utilizzate in fatti criminosi. Sono in corso ulteriori riscontri investigativi per stabilire se le armi ritrovate siano state nella disponibilità della criminalità organizzata etnea. Gli arrestati sono stati associati al carcere di Piazza Lanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paternò, sequestrato arsenale nascosto in contrada Cubba

CataniaToday è in caricamento