Incidente a Santa Venerina, prete in auto travolge pedoni: un morto

Sul posto ci sono i carabinieri e a quanto emergerebbe i tre stavano attraversando la strada per andare al cimitero, quando la madre ed il figlio sono stati travolti dall'auto guidata dal prete che non li avrebbe visti perchè abbagliato dal sole

A Santa Venerina, un sacerdote 40enne Don Giovanni Cavallaro, alla guida della sua auto ha travolto due persone, uccidendo una donna di 84 anni Venera Torrisi e ferendo il figlio di quest'ultima.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Illesa, invece, un'altra figlia dell'anziana. Sul posto ci sono i carabinieri e a quanto emergerebbe i tre stavano attraversando la strada per andare al cimitero, quando la madre ed il figlio sono stati travolti dall'auto guidata dal prete che non li avrebbe visti perchè abbagliato dal sole.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento