Incidente via Imperia, Adiconsum: "Rendere più sicure le strade davanti le scuole"

Il presidente provinciale Francesco Anello, interviene sull’incidente accaduto ieri nei pressi dell’istituto scolastico Lombardo Radice, chiedendo incontro all’amministrazione comunale

"L’incidente di ieri in via Imperia, che ha visto come vittima una giovane studentessa riportare seri traumi, ripropone da un lato il tema della sicurezza davanti agli istituti scolastici, dall’altro la necessità di rendere più sicure le strade su cui si affacciano. È necessario potenziare un servizio di ordine pubblico che tuteli studenti, operatori scolastici e famiglie. E, nella fattispecie della stessa via Imperia, per la particolare struttura della strada, sarebbero opportuni interventi per limitare la velocità di percorrenza".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’Adiconsum Catania, con la voce del presidente provinciale Francesco Anello, interviene sull’incidente accaduto ieri in via Imperia, davanti all’istituto scolastico Lombardo Radice, e annuncia la richiesta di incontro all’amministrazione comunale sul tema in questione. "Occuparsi della mobilità urbana – afferma Anello – significa anche avere cura della circolazione e della sicurezza non solo degli automezzi ma anche dei pedoni, soprattutto se si tratta di scolaresche o fasce di cittadini più esposte". "L’incidente di ieri – aggiunge – fa risaltare la necessità di potenziare i presìdi davanti alle scuole, o con la presenza di vigili urbani o con volontari tipo 'nonni vigili'". "Per via Imperia – conclude Anello – essendo tale strada a forte intensità di traffico e, per la sua struttura a due corsie che termina a imbuto con un solo senso di marcia, soggetta a comportamenti al limite della correttezza da parte degli automobilisti, sarebbe opportuno intervenire con uno spartitraffico fisico, assieme al potenziamento della segnaletica orizzontale, e con dissuasori per condizionare la velocità degli automezzi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, nel mirino i "fedeli collaboratori" del clan Santapaola-Ercolano: 21 arresti

  • Il "mistero" dei fuochi d'artificio di Picanello, sparati ogni giorno a mezzanotte

  • "Iddu" e "idda": il terrore di Giarre e Riposto, stroncata dai carabinieri la cupola di La Motta

  • Sgominate bande che rubavano sui tir e nelle case: 13 arresti

  • Droga e mafia, altri 4 arresti nell’ambito dell’operazione "Overtrade"

  • “Freedom Oltre il confine” dedica parte della prossima puntata a Catania

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento