Incidenti sul lavoro a Vittoria, morto a Catania dopo giorni di agonia

L'uomo stava facendo la manutenzione di un impianto serricolo quando è rovinato a terra battendo la testa e riportando serie lesioni al cranio

E' morto, dopo una settimana di agonia, nell'ospedale Cannizzaro di Catania, l'operaio tunisino Amor Al Azrak, di 23 anni, rimasto vittima di un incidente sul lavoro il 4 agosto scorso, nelle campagne di Vittoria.

L'uomo stava facendo la manutenzione di un impianto serricolo quando è rovinato a terra battendo la testa e riportando serie lesioni al cranio. E' volato da un'altezza di circa 3 metri, dal tetto di una serra di contrada Alcerito, poi la corsa verso l'ospedale di Vittoria e l'immediato trasferimento in elicottero presso il 'Cannizzaro' di Catania.

Le condizioni si sono subito presentate gravi per l'operaio tanto da impedire l'intervento chirurgico alla testa. Ieri la fine dell'agonia

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento