rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Cronaca

Inchiesta "La Cosa", disposte otto condanne per spaccio senza aggravante mafiosa

E' la sentenza del Gup di Catania, Luigi Barone, a conclusione del processo nato dalle indagini dei carabinieri relative ad un gruppo che gestiva una piazza di spaccio nel quartiere di Librino, culminate con l'esecuzione di un'ordinanza per 25 indagati, eseguita il 2 luglio del 2019

Otto condanne per 68 anni e 8 mesi di reclusione complessivi per spaccio di sostanze stupefacenti, senza l'aggravante mafiosa. E' la sentenza del Gup di Catania, Luigi Barone, a conclusione del processo nato dalle inchiesta "La Cosa" su indagini dei carabinieri relative ad un gruppo che gestiva una piazza di spaccio nel quartiere di Librino, culminate con l'esecuzione di un'ordinanza per 25 indagati, eseguita il 2 luglio del 2019. A rappresentare l'accusa in aula è stata la Pm Antonella Barrera del pool di magistrati coordinati dal procuratore aggiunto Ignazio Fonzo. Il processo è stato celebrato con rito abbreviato. Il Gup Barone ha condannato Rosario Ragonese (20 anni di reclusione), Federico Silicato (11 anni), Sebastiano Castiglia (8 anni), Gaetano Maurizio Girone (10 anni), Gaetano Spataro (3 anni), Salvatore Musumeci (7 anni), Sebastiano Miano (5 anni) Alfredo Blancato (4 anni e 8 mesi). Inoltre, è stata disposta la confisca e la distruzione dei beni sequestrati ed il giudice ha revocato la misura cautelare per Gaetano Spataro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inchiesta "La Cosa", disposte otto condanne per spaccio senza aggravante mafiosa

CataniaToday è in caricamento