Individuato l'ultras che aveva acceso un fumogeno al Massimino

Identificato un giovane ultras della curva sud, D.A. (cl. 1986) già in passato sottoposto al daspo: aveva acceso un fumogeno durante l'incontro Catania-Napoli

Lo scorso 29 ottobre, durante l'incontro di calcio "Catania-Napoli" tenutosi presso lo stadio “Angelo Massimino”, all’interno delle curve, sono stati accesi numerosi fumogeni. Secondo quanto stabilito dalla normativa in vigore, l' introduzione e accensione di fumogeni è vietata proprio per garantire la sicurezza nello svolgimento delle manifestazioni sportive.

Le immediate indagini avviate dalla Digos, anche attraverso esame delle immagini ricavabili dalle telecamere a circuito chiuso installate all’interno dello stadio (estrapolate dalla Polizia Scientifica) hanno consentito in un primo tempo di evidenziare sugli spalti la persona che, cercando di nascondersi tra le altre, accendeva il fumogeno. La successiva attività investigativa condotta dalla stessa D.I.G.O.S. sulla base degli elementi ricavati dalle registrazioni e di ulteriori utili importanti riscontri, ha portato all’identificazione della persona.

Si tratta di un giovane ultras della curva sud, D.A. (cl. 1986) già in passato sottoposto al daspo. L’accensione del fumogeno  ha  messo in pericolo gli  altri spettatori in quanto è avvenuta proprio in mezzo alla curva, tra i numerosissimi tifosi presenti. Il giovane ultras è stato  denunciato per il reato  previsto  dall’art. 6 bis della legge  n. 401/1989 e successive modifiche e verrà sottoposto al provvedimento di divieto di accesso allo stadio. Sono in corso indagini per individuare per individuare gli autori dell'accensione degli altri fumogeni.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Bancarotta fraudolenta, sotto sequestro 3 ristoranti: arrestato il titolare del "Cantiniere"

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

  • Un incendio per disfarsi delle cimici, smantellate due piazze di spaccio: 16 arresti

  • Coronavirus, registrate complicanze neurologiche nei bambini coinvolti

Torna su
CataniaToday è in caricamento