Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

Ingv: continuerà l'attività eruttiva dell'Etna ma senza rischi

Secondo il direttore dell'Ingv di Catania, Domenico Patanè, nel prossimo futuro l'attività eruttiva dell'Etna potrà continuare

Secondo il direttore dell'Ingv di Catania, Domenico Patanè, nel prossimo futuro l'attività eruttiva dell'Etna potrà continuare. Già negli anni passati, precisamente nel '99 e nel 2000, questo tipo di attività eruttiva di breve durata ma molto intensa con la fuoriuscita di fontane di lava si verificò in numero alquanto maggiore rispetto alle 16, non poche, già avute dall'inizio dell'anno in corso.

"Il vulcano, nell'ultimo decennio, ha sviluppato una attività sostanzialmente continua- ha dichiarato Patanè- L'Etna, per noi, è un laboratorio naturale che ci permette con la sua vitalità, di studiare anche i processi di risalita del magma dal profondo e tutti quelli che sono i meccanismi eruttivi. È uno dei vulcani più attivi a livello mondiale come lo Stromboli. Allo stato attuale, dalle reti di monitoraggio, non stiamo registrando qualcosa che ci possa indicare una evoluzione verso un altro tipo di attività".


"In passato - continua Patanè - il punto di emissione era solo uno ma di recente si è creata una piccola fessura eruttiva con un'altra frattura anche nel settore settentrionale. Questo ha dunque generato più punti di emissione con fontane di lava di tipo multiplo". "Qualche piccola variazione - osserva il direttore dell'Ingv di Catania - la stiamo registrando e se non dovesse cambiare nulla di sostanziale, avremo una attività eruttiva di tipo sommitale con effusioni laviche in valle del Bove che non darebbero -assicura Patanè- alcun problema per i centri abitati circostanti. Certo l'intensa emissione di cenere vulcanica potrebbe continuare ed arrecare le problematiche già note -conclude- non ultime quelle relative al trasporto aereo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ingv: continuerà l'attività eruttiva dell'Etna ma senza rischi

CataniaToday è in caricamento