Il progetto "Inps per tutti" arriva anche a Catania

L'iniziativa ha l’obiettivo di favorire nella città etnea l’integrazione sociale delle persone in difficoltà

Lunedì 11 novembre alle ore 11 e 30 nella sala giunta di palazzo degli elefanti, alla presenza del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Nunzia Catalfo, il sindaco Salvo Pogliese, il presidente dell’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale, Pasquale Tridico, il direttore regionale Inps della Sicilia, Sergio Saltalamacchia, il direttore provinciale Inps di Catania, Gaetano Minutoli e il Presidente del comitato di Catania della Croce Rossa Italiana, Carmelo Stefano Principato, firmeranno il Protocollo d’intesa per la collaborazione al Progetto “Inps Per tutti”.

L’iniziativa, a cui parteciperanno anche l’assessore regionale alla famiglia Antonio Scavone, l’assessore comunale ai servizi sociali Giuseppe Lombardo e quello al decentramento Alessandro Porto, ha l’obiettivo di favorire nella città etnea l’integrazione sociale delle persone in difficoltà, rimuovendo gli ostacoli che ne impediscono l’accesso alle prestazioni assistenziali e previdenziali e tutelando i bisogni sociali ed economici del singolo e delle famiglie.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si prevede, nello specifico, la creazione di isole di accoglienza e comunicazione, in via sperimentale, nel centro polifunzionale di San Leone e nella Prima Municipalità (Zurria-Centro Storico), che facilitino la possibilità di intercettare persone in stato di povertà o disagio e rendere più accessibili e, dunque, effettivi gli strumenti a sostegno della povertà erogati dall’Inps. Il Comune con la Croce Rossa provvederà ad individuare la platea dei soggetti interessati, attraverso i propri sportelli e servizi a fruizione diffusa sul territorio comunale. Secondo l’ultimo rapporto Istat i Comuni capoluogo delle città metropolitane italiane presentano particolare condizioni di disagio. Specificamente, il 40,4 per cento (pari a 118.605, tra donne e uomini) della popolazione residente in Catania, dimora in quartieri con alto potenziale di disagio economico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'aggiornamento dei contagi a Catania e in Sicilia al 3 luglio 2020

  • Non ce l’ha fatta Peppino Rizza, era ricoverato dal 10 giugno al Cannizzaro

  • Scoperto traffico di auto rubate: 5 in manette

  • Abitazioni minacciate dalle fiamme a Motta Sant'Anastasia

  • Corsa clandestina, il cavallo cade in un fossato e muore: 16 denunciati

  • "Dammi i soldi o ti spezzo le gambe", arrestato mentre attende la vittima sotto casa

Torna su
CataniaToday è in caricamento