Insediata la Consulta dei giovani, tra i progetti: campus universitario e casa della musica

"Quello della Consulta – ha detto Bianco rivolgendosi ai giovani intervenuti - deve essere uno strumento efficace di confronto partecipativo tra il mondo che rappresentate e l’Amministrazione comunale"

Catania  come sede del Seminario Nazionale  per i Giovani Amministratori organizzato dall’Anci per il prossimo mese di aprile. Lo ha annunciato il sindaco Enzo Bianco  insediando ieri pomeriggio la consulta giovanile, uno strumento rivitalizzato dal sindaco dopo ben sette anni di inattività. Un segno concreto dell'importanza che l'Amministrazione comunale dà alle politiche per i giovani. Alla seduta d’insediamento, svoltasi nell’Aula Consiliare di Palazzo degli Elefanti, hanno partecipato la presidente del Consiglio Comunale Francesca Raciti e i rappresentanti delle a ssociazioni iscritte all'Albo comunale dei giovani.

 “ Quello della Consulta – ha detto Bianco rivolgendosi ai giovani intervenuti - deve essere uno strumento efficace di confronto partecipativo tra il mondo che rappresentate e l’Amministrazione comunale. Catania, al pari di altre importanti città italiane , ha una presenza universitaria rilevante, occorre  valorizzarne al massimo le attrattive. Sono disponibile ad assegnare una sede nel centro della città, uno spazio propulsore d’iniziative, penso ad esempio alla Casa della Musica dove tanti nostri talenti possano trovare lo spazio che meritano”.

Il primo cittadino ha anche  detto di aver chiesto  alla Regione Siciliana, appena l’ospedale Vittorio Emanuele sarà trasferito nei nuovi locali di Librino, di poter creare nei 35 padiglioni, in buone condizioni, il più grande campus universitario del Meridione, che possa attirare anche studenti dell’intera area Euromediterranea. Designato anche il nuovo presidente della Consulta, Pierangelo Spadaro, consulente del Sindaco per le Politiche Giovanili e Agenzia Giovani. “ Sono particolamente onorato. - ha detto il neo presidente- L’Amministrazione dimostra ancora una volta la sua attenzione alle tematiche del mondo giovanile come attesta anche il fatto che il sindaco ha tenuto per se la delega alla Politiche Giovanili.

 Anche la Presidente del Consiglio Francesca Raciti ha rivolto ai rappresentanti della Consulta gli auguri di buon lavoro:”  sono emozionata a parlarvi- ha detto la Raciti-  perché sono una vostra coetanea e spero fortemente nelle idee innovative che verranno da questa esperienza. Idee giovani che serviranno al rilancio della nostra città”.

 I rappresentanti della consulta hanno immediatamente espresso un parere favorevole alla nascita della casa della musica proposta da Bianco.

L’assemblea alla fine di un appassionato dibattito ha eletto, a larga maggioranza, il vicepresidente Giulio Ciccia,e i sei componenti dell'Ufficio di Presidenza che sono: Francesca Ricotta, Orazio Arena,Giuseppe Musumeci, Giuseppe Di Mauro, Giuseppe Campisi, Mirko Viola.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

  • Le misure restrittive fino al 31 gennaio per le "zone rosse" della provincia etnea

Torna su
CataniaToday è in caricamento