Interrogazioni della consigliera Adorno: "Ancora nessuna risposta dall'amministrazione"

La nota della capogruppo del movimento 5 stelle sulla questione "bagni d'oro" e riduzione delle spese, rivolta all’assessore competente, Roberto Bonaccorsi

Due interrogazioni della capogruppo del Movimento 5 Stelle al Comune, Lidia Adorno, una datata 14 maggio e l’altro 4 giugno, non hanno ancora ricevuto risposta dall’assessore competente, Roberto Bonaccorsi vicesindaco con la delega al Bilancio. La prima riguardava i “bagni d’oro” e la Adorno chiedeva se, da giugno 2018 ad oggi (cioè da quando Assessore- Vicesindaco e Sindaco si sono insediati), fossero state effettuate le verifiche sulla scrupolosa esecuzione del servizio di pulizia e custodia dei servizi igienici. A questa interrogazione ha risposto, però, l’Ufficio del RUP per l’Affidamento dei Servizi Comunali alla Catania Multiservizi Spa presso la Direzione dei Lavori Pubblici, il quale asserisce che non risultano, nel periodo di riferimento, effettuate verifiche che abbiano comportato applicazione di penali. Nella seconda interrogazione venivano chiesti chiarimenti sulla possibilità (da manifestarsi entro il 31 gennaio 2019), di rimodulare i servizi comunali allo scopo di tagliare delle spese ritenute superflue nelle voci del bilancio comunale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Questi servizi sono stati affidati dal Comune di Catania alla Catania Multiservizi S.p.A. a seguito di un contratto stipulato nell’ottobre del 2015. Rientrano fra questi anche quelli di pulizia e custodia dei servizi pubblici che hanno una incidenza di oltre 750 mila euro l’anno. La richiesta della capogruppo ha avuto una risposta, però, dalla Catania Multiservizi, che, in una nota, ha comunicato di non aver ricevuto disposizioni sulla rimodulazione e riorganizzazione dei servizi in questione. “Malgrado l’articolo 36 del Regolamento Comunale preveda che alle interrogazioni debba essere data risposta entro 10 giorni, l’Assessore Bonaccorsi ancora non ha adempiuto e, oltretutto, continua ad essere assente in Aula. Le mie interrogazioni aspettano risposta da 36 e 15 giorni e questi ritardi sono inspiegabili, in una città come Catania che necessita risposte immediate”, dichiara Lidia Adorno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il "mistero" dei fuochi d'artificio di Picanello, sparati ogni giorno a mezzanotte

  • Coronavirus, casi positivi al Cutelli e alla Livio Tempesta: studenti e personale in quarantena

  • Sgominate bande che rubavano sui tir e nelle case: 13 arresti

  • Droga e mafia, altri 4 arresti nell’ambito dell’operazione "Overtrade"

  • Coronavirus, un positivo sul volo Milano-Catania: appello dell'Asp ai passeggeri

  • Ricette false per ottenere i rimborsi, due medici sospesi ed otto farmacisti indagati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento