menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Intimidazioni alla Pubbliservizi, Crocetta e Messina in conferenza: Bianco assente

"Adolfo Messina ha trovato un'azienda decotta, in crisi - ha commentato Rosario Crocetta - che avrebbe avuto solo la prospettiva della perdita di tutti i posti di lavoro. Per farla ripartire ha dovuto azzerare il sistema di 'mangiugghia diffusa'"

Minacce in pieno stile mafioso per i vertici della Pubbliservizi. Il presidente della partecipata Adolfo Maria Messina questa mattina ha trovato due colpi di pistola sulla sua auto di servizio ed al suo vice Salvatore Vicari è stata recapitata una testa di coniglio con un proiettile in bocca ed un altro in un occhio. A rivelare i dettagli delle pesanti intimidazioni sono stati il presidente della Regione Rosario Crocetta e lo stesso Messina nel corso di una conferenza stampa convocata d'urgenza alle Ciminiere.

VIDEO- LA SOLIDARIETA' DI CROCETTA

"Adolfo Messina ha trovato un’azienda decotta, in crisi – ha commentato Rosario Crocetta - che avrebbe avuto solo la prospettiva della perdita di tutti i posti di lavoro. Per farla ripartire ha dovuto azzerare il sistema di ‘mangiugghia diffusa’ che riguardava tutta l'azienda. Basti pensare che c’erano alcuni dipendenti dotati di una carta di credito che utilizzavano per le spese più disparate e non giustificate. E’ evidente che tutto questo a qualcuno non è andato giù".

"Ho ragione di credere che tutto questo a qualcuno non sia andato giù – aggiunge Adolfo Maria Messina, visibilmente scosso dagli eventi delle ultime ore – e questi atti sembrano proprio volerci dire ‘dimettetevi, non dovete continuare’. Il sindaco Enzo Bianco? Non mi ha ancora telefonato e non è qui". Quasi del tutto assenti gli esponenti della politica etnea, ad eccezione di qualche membro del Megafono e dell'avvocato Antonio Fiumefreddo, che Crocetta ha ringraziato dal palco lasciando invece intendere una sottile nota di distacco nei confronti del primo cittadino Enzo Bianco.

"Esprimo la solidarietà della città metropolitana di Catania - ha dichiarato con una nota il sindaco Enzo Bianco - per i preoccupanti atti intimidatori verso il presidente di Pubbliservizi Adolfo Messina e il vicepresidente Salvatore Vicari. Invito gli inquirenti a svolgere accurate indagini per individuare i responsabili senza tralasciare alcuna strada. Catania sarà sempre dalla parte di chi lavora con scrupolo, svolgendo il proprio ruolo con professionalità, sobrietà ed impegno. Troppe preoccupanti ombre si addensano su Pubbliservizi ed è ora di fare piena luce".

Anche Salvo Pogliese coordinatore di Forza Italia ed europarlamentare ha commentato le minacce: "Esprimo piena solidarietà al Presidente della Pubbliservizi Adolfo Messina per il grave atto intimidatorio di cui è stato vittima e auspico che le forze dell’ordine possano risalire con celerità all’autore di questo gesto criminale.”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Forno a microonde: quali cibi non cucinare al suo interno

Utenze

Rettifica della bolletta luce e gas: come richiederla

Alimentazione

Aglio: tipologie, proprietà e benefici

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento