Investire nella sicurezza e nel riscatto delle periferie, le richieste di Buceti

I sedici milioni di euro stanziati dal Governo per il programma straordinario possono rappresentare la svolta per la circoscrizione di “Cibali-Trappeto Nord-San Giovanni Galermo”. E' quanto sostiene il consigliere della IV municipalità

strade allagate e luoghi vandalizzati

I sedici milioni di euro stanziati dal Governo per il programma straordinario possono rappresentare la svolta per la circoscrizione di “Cibali-Trappeto Nord-San Giovanni Galermo”. E' quanto sostiene Erio Buceti, consigliere della IV municipalità, per aiutare un "territorio dove i problemi legati alla mancanza di sicurezza ed ai disagi sociali sono sotto gli occhi di tutti".

Bisogna fare in modo che quello che il nostro Sindaco definisce “un preciso segno di attenzione verso Catania” non diventi solo passerella politica con tante parole e pochi fatti. Buceti, infatti, sottolinea l’importanza di coinvolgere in questo progetto le associazioni che possano fare da “trade union” tra l’amministrazione centrale e il territorio.

"L’inclusione sociale, il disagio abitativo, la mobilità sostenibile e le attività culturali sono questioni che ho trattato nel corso degli ultimi anni insieme ai parroci, ai volontari ed ai semplici cittadini che hanno a cuore le sorti del proprio territorio. Nella circoscrizione di “Cibali-Trappeto Nord-San Giovanni Galermo” ci sono casi di grande valore sociale e partecipazione attiva come la chiesa “Zaccaria ed Elisabetta” di Padre Giuseppe Catalfo, a San Giovanni Galermo, e l’associazione “Solarium”. Esempi che oggi fanno la differenza in contesti sempre in bilico tra riscatto e degrado perchè aiutano tanti giovani a sviluppare le loro potenzialità tenendoli lontani dalle tentazioni della strada. E’ anche a loro che l’amministrazione deve rivolgersi nella lotta al degrado, al vandalismo e all’incuria che colpisce le piazze e gli altri luoghi di socializzazione della IV municipalità. Allo stesso tempo, vanno potenziati i controlli, da parte delle istituzioni e delle forze dell’ordine, nella IV municipalità visto che, da San Giovanni Galermo a Cibali, oggi i furti ai negozi e le sparizioni di scooter, copertoni d’auto, caditoie e cavi di rame sono continui". conclude.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento