Inchiesta della Procura sull'Iraps: sequestro preventivo di beni

La Procura del capoluogo etneo ha aperto un'inchiesta, per la parte di competenza, sull'ente professionale Iraps in qualità di aggiudicatario dell'appalto per il servizio di "rafforzamento delle capacità d'azione delle Autorità per l'amministrazione della Giustizia della Regione Siciliana"

foto archivio

La Procura del capoluogo etneo ha aperto un'inchiesta, per la parte di competenza, sull'ente professionale Iraps in qualità di aggiudicatario dell'appalto per il servizio di "rafforzamento delle capacità d'azione delle Autorità per l'amministrazione della Giustizia della Regione Siciliana - Procura di Palermo, Tribunale e Corte d'Appello di Catania".

Nell'ambito delle indagini, ieri, militari del nucleo di polizia tributaria della guardia di finanza di Catania hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo per equivalente. Il provvedimento è stato emesso dal Gip su richiesta della locale Procura della Repubblica che ha aperto un fascicolo soltanto sull'appalto che riguarda il Palazzo di giustizia di Catania.

Maggiori particolari sull'inchiesta saranno resi noti nella tarda mattinata durante un incontro con il procuratore Giovanni Salvi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento