Gli chiudono il chiosco e scrivono post contro le forze dell'ordine: denunciati

Due donne esprimevano tutto il loro disprezzo e frasi irriguardose mentre un terzo uomo, incitava gli altri utenti a commettere atti violenti nei confronti dei militari.

I carabinieri di Scordia hanno denunciato due donne, una di 64 e l’altra di 26 anni, insieme ad un uomo di 36, tutti del posto, perché ritenuti responsabili di vilipendio delle forze armate, mentre il terzo di istigazione a delinquere. I fatti che hanno originato la denuncia dei tre all’autorità giudiziaria risalgono a qualche giorno addietro, quando, nell’ambito dei servizi predisposti per il contenimento del Coronavirus, i militari avevano effettuato un controllo un chiosco bar e proceduto alla sua temporanea sospensione a seguito delle irregolarità riscontrate. Tale provvedimento dei militari, però, aveva suscitato il vivo risentimento dei denunciati nei confronti di Carabinieri e degli appartenenti in genere alle forze di polizia, manifestato attraverso dei messaggi pubblicati sul Facebook. In particolare, le due donne esprimevano tutto il loro disprezzo e frasi irriguardose mentre l’uomo, addirittura, incitava gli altri utenti a commettere atti violenti nei confronti dei militari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

Torna su
CataniaToday è in caricamento