Istituti educativi assistenziali, la Cisl boccia la proposta del Comune

"La decisione del Comune di portare da 380 a 560 il numero di minori affidati agli istituti educativi assistenziali è apprezzabile ma insufficiente. Siamo convinti che ci siano margini per poter fare di più". È quanto affermano Cisl e Cisl Scuola Catania

"La decisione del Comune di portare da 380 a 560 il numero di minori affidati agli istituti educativi assistenziali è apprezzabile ma insufficiente. Siamo convinti che ci siano margini per poter fare di più". È quanto affermano Cisl e Cisl Scuola dopo l'incontro di ieri pomeriggio con l'assessore ai Servizi sociali sugli IEA. Per la Cisl era presente Ferdinando Pagliarisi, segretario territoriale Cisl Scuola Catania.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Il passo avanti dell'assessore è apprezzabile - ribadisce Pagliarisi - ma a fronte delle 1300 richieste appare del tutto insufficiente. Siamo peraltro fortemente preoccupati per la perdita di posti di lavoro che ciò comporterà, perché c'è il rischio reale che chiudano almeno la metà dei 14 istituti interessati. Siamo convinti che ci siano le risorse per poter fare di più e soddisfare il fabbisogno della popolazione salvaguardando lo stato sociale, tenuto conto che si tratta di minori che sarebbero esposti a rischio di devianza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento