Istituto oncologico del Mediterraneo: progetto parrucche

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CataniaToday

ISTITUTO ONCOLOGICO DEL MEDITERRANEO

PROGETTO PARRUCCHE

E' stato avviato presso l'Istituto Oncologico del Mediterraneo di Viagrande, prima struttura del sud Italia, il "Progetto Parrucche" dell'associazione "Cancro Primo Aiuto". Il progetto, nato alcuni anni fa in alcune strutture ospedaliere della Lombardia, si rivolge alle donne che sono costrette a sottoporsi a dei cicli di chemioterapia; l'associazione Cancro Primo Aiuto mette a disposizione delle pazienti, gratuitamente, una parrucca di ottima fattura per ridurre il trauma della perdita dei capelli ed aiutarle ad affrontare le cure con minor fatica. Negli ospedali dove il servizio è presente, le donne vengono aiutate e sostenute nella scelta della parrucca da acconciatori che offrono la propria consulenza gratuita per la scelta del modello e del colore, in maniera da evitare alle donne questo impegno che può essere fonte di ulteriore dolore e disagio. Nel corso del 2013 sono state distribuite quasi 1.300 parrucche.

«Siamo solo uomini che aiutano altri uomini». E' questo il motto della Onlus Cancro Primo Aiuto, nata nel 1995 in memoria del senatore Walter Fontana. L'Associazione non ha scopo di lucro e propone iniziative nel campo dell'assistenza socio-sanitaria a favore degli ammalati di cancro e dei loro familiari. Nel corso del 2013 hanno avuto rapporti con l'associazione 20mila pazienti per un totale di oltre 40mila prestazioni. Sono 31 i collaboratori sostenuti economicamente dalla Onlus operativi in diversi ospedali oltre a un centinaio i medici volontari collegati a Cancro Primo Aiuto.

«L'obiettivo dell'iniziativa è quello di ridare un po' di serenità alle donne ammalate di cancro, perché una parrucca può aiutare a ridurre il trauma della perdita dei capelli - afferma Flavio Ferrari, amministratore delegato di Cancro Primo Aiuto - Siamo convinti che il cammino verso la guarigione è spesso lungo, ma con l'aiuto di tutti può essere meno duro e faticoso. Per questo abbiamo pensato al Progetto Parrucche e abbiamo fatto un accordo con un importante produttore, che ha realizzato uno specifico catalogo con una ventina di modelli».

Per l'istituto oncologico del mediterraneo questo progetto s'inserisce nell'ambito delle attività dedicate ai propri pazienti in particolar modo alle donne; infatti l'istituto porta avanti varie iniziative e servizi dedicati alle donne cercando di attenzionare le loro esigenze per rendere meno gravosa la cura.

L'istituto oncologico del mediterraneo - afferma il dott. Domenico Musumeci direttore generale IOM - ha sempre incluso fra i suoi obiettivi l'umanizzazione del percorso del malato. La struttura quindi si pone a favore di qualsiasi iniziativa per la cura e la salvaguardia del paziente anche nell'aspetto psicologico.

Lo spirito che ci porta ad aprire le porte dell'istituto a queste iniziative -afferma la dott.ssa Maria Carmela Scriminaci resp. servizio psico-oncologia IOM- sta nel voler proporre una struttura sanitaria che non solo si occupa del corpo del malato, ma che sta attenta alla persona nella sua interezza, rispondendo anche a quei bisogni psicologici che il trattamento medico può comportare, in particolare nelle donne che a seguito di questi trattamenti devono fare i conti con la perdita di un elemento significativo della propria integrità.

"Siamo felici di aver favorito l'avvicinamento tra due importanti realtà del mondo dell'assistenza quali l'Istituto Oncologico del Mediterraneo e la Onlus Cancro Primo Aiuto, così da vedere anche in Sicilia l'avvio di questo lodevole progetto di solidarietà sociale - afferma il Dott. Saverio Continella Direttore Generale del Credito Siciliano - banca del Gruppo Credito Valtellinese, intervenuto alla Cerimonia a testimonianza e conferma dello storico sostegno fornito dal gruppo bancario all'Associazione Cancro Primo Aiuto sin dal suo sorgere.

Alla presentazione era presente anche l'on.le Matteo Salvini in qualità di Vice Presidente dell'Associazione Cancro Primo aiuto che ha dichiarato di essere orgoglioso di questo gemellaggio di altissima qualità tra Lombardia e Sicilia.

Torna su
CataniaToday è in caricamento