Cronaca

Katane Handling, attacco dei sindacati dopo i licenziamenti: pronto lo sciopero

Fronte unito tra sindacati e lavoratori, dopo la vicenda che ha visto protagonista l'azienda aeroportuale. "Immediata assunzione dei 21 lavoratori licenziati illegittimamente, stigmatizzando alcune dichiarazioni aziendali riguardanti fantomatici comportamenti irresponsabili"

Sindacati sul piede di battaglia. Al centro dei riflettori la vicenda che ha visto il licenziamento di 21 lavoratori della Katane Handling. Le organizzazioni sindacali sono infatti pronte a proclamare lo sciopero. La decisione è arrivata dopo l'assemblea indetta da CGIL, CISL e UGL unitamente alle categorie Filt, Fit e Ugl Trasporti: in un clima di grande partecipazione sono stati affrontati i problemi irrisolti che stanno provocando preoccupazione e tensione tra i lavoratori.

Le organizzazioni sindacali fanno sapere tramite una nota di aver fatto il punto della situazione in atto, informando, dapprima, i lavoratori dell’esito negativo della riunione tenutasi  presso l’Ufficio Provinciale del lavoro di Catania, durante la quale è stata registrata l’incomprensibile assenza dell’azienda.

A fronte di ciò, è stata chiusa la procedura di raffreddamento ed è stato proclamato un primo pacchetto di sciopero, per la vicenda relativa all’organizzazione del lavoro, la cui data sarà comunicata successivamente.

Ciò che i lavoratori, unitamente alle organizzazioni sindacali, chiedono è l’immediata assunzione dei 21 lavoratori licenziati illegittimamente, ma soprattutto stigmatizzano alcune dichiarazioni aziendali riguardanti fantomatici comportamenti irresponsabili.

I lavoratori e le organizzazioni sindacali sottolineano, in modo forte, all’opinione pubblica e all’azienda di essere disponibili sin da subito a un confronto, affinché si esamini dettagliatamente la situazione aziendale e si ricerchino tutte le soluzioni possibili condivise per salvaguardare l’azienda, i livelli occupazionali e i salari.

“Non è possibile che ci venga chiesto – dicono i lavoratori di Katane Handling – di venire a lavorare gratis e, contemporaneamente, è fondamentale avviare un confronto serio e proficuo sull’organizzazione del lavoro. Su queste basi siamo disponibili ad avviare subito un tavolo di confronto qualora l’azienda lo ritenesse opportuno”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Katane Handling, attacco dei sindacati dopo i licenziamenti: pronto lo sciopero

CataniaToday è in caricamento