rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Cronaca Cibali / Via Giuseppe Fava

"Il progetto per la Sicilia" di Cgil passa dalle primarie del centrosinistra: i temi affrontati al dibattito del sindacato

Tanti i volti noti del "fronte progressista" a presenziare all'evento organizzato dalla sigla sindacale al teatro Stabile di Catania, tra crisi di governo e reddito di cittadinanza. Ospite d'onore il segretario nazionale Maurizio Landini: "Per fare uno sciopero serve un governo contro cui manifestare"

"Da quando voi sindacalisti avete cominciato a parlare in inglese, io non ho più la pensione: quando tornate a parlare in italiano?". Uno dei molti j'accuse verso la categoria è racchiuso in uno dei tanti anneddoti sciorinati da Maurizio Landini, segretario generale della Cgil, ospite d'onore al dibattito organizzato questa mattina al teatro Stabile di Catania. Un confronto che di fatto apre la campagna congressuale e dall'esterno lancia la campagna elettorale del centrosinistra in vista delle primarie. In quella che è una corsa a tre per aggiudicarsi la candidatura alla presidenza della Regione. Tanti i temi affrontati nel giorno del lancio di "Un progetto per la Sicilia". Dalla guerra e le conseguenze sui rincari di bollette e carburante al tema lavoro con le questioni annesse al reddito di cittadinanza.

Le prime file di sala Verga sono state riservate a istituzioni e personalità politiche. Tra queste ultime, ci sono due dei candidati alle primarie: Claudio Fava di Centopassi e Caterina Chinnici del Partito democratico. Assente invece Barbara Floridia, costretta a casa per avere contratto il Covid. Tra le fila del Movimento cinque stelle a prendere il suo posto c'è il capogruppo all'Ars Nuccio Di Paola. Tanti i volti noti della sinistra siciliana: da Pierpaolo Montalto di Sinistra italiana al sindaco di Militello Giovanni Burtone, fino al segretario regionale del Pd Anthony Barbagallo. Seduto dall'altro lato della sala, accanto a Burtone, c'è anche il segretario provinciale del Pd Angelo Villari. Tra le istituzioni, invece, hanno presenziato il rettore di Unict Francesco Priolo e il direttore generale Giovanni La Via. Tutti menzionati dal segretario regionale Vincenzo Mannino. "Il governo regionale ci presenta davvero un bilancio deficitario - attacca Mannino - Ma ciò che più ci preoccupa non è solo l'inadeguatezza delle mancate risposte ma la mancata consapevolezza della profondità della crisi della nostra Regione".

A tenere banco però è la crisi di governo, per la quale Landini dimostra di avere le idee chiare. "Molti mi dicono che serve uno sciopero generale - sostiene -, ma per farlo serve un Governo contro cui manifestare". Un endorsement al Governo Draghi, quello riservato dal segretario generale della sigla sindacale, ma condizionato al raggiungimento di almeno due obiettivi: la definizione di politiche energetiche e l'incremento del bonus lavoratori. "Alle persone non servono duecento euro a luglio - attacca Landini -, servono duecento euro al mese". L'altro tema al centro del dialogo tra sindacato e governo riguarda, appunto, le politiche energetiche. "L'aumento dell'inflazione e dei rincari deriva anche dalla guerra in corso - spiega il segretario - bisogna capire cosa vuole fare l'Europa di questa guerra, se non si inverte la tendenza rischiamo di pagare un prezzo pesantissimo: serve un piano serio". 

"Non capisco chi annuncia un referendum contro il reddito di cittadinanza - continua Landini -, evidentemente non sa neanche che cosa vuol dire non arrivare alla fine del mese". Anche se non manca di sottolineare qualche inefficienza dello strumento promosso dal Movimento cinque stelle. "I navigator sono giovani precari che devono trovare il lavoro ad altri giovani precari - dice Landini - e parallelamente ambiscono a non essere precari neanche loro". In un paese che, al di là degli strumenti di redistribuzione della ricchezza, "è passato dalla cultura del diritto a quella del favore - esemplifica Landini - quando un lavoratore deve ringraziare qualcuno per lavorare vuol dire che la società non funziona e qualcosa va cambiata". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Il progetto per la Sicilia" di Cgil passa dalle primarie del centrosinistra: i temi affrontati al dibattito del sindacato

CataniaToday è in caricamento