L'ombra della mafia dietro lo sbarco dei clandestini

Prosegue senza sosta l'impegno dell'Associazione nazionale antimafia, Alfredo Agosta, nell'educazione alle tematiche della legalità e della lotta alla criminalità organizzata

Prosegue senza sosta l'impegno dell'Associazione nazionale antimafia, Alfredo Agosta, nell'educazione alle tematiche della legalità e della lotta alla criminalità organizzata.

Dopo gli incontri all'Istituto Alberghiero, incentrati sulla tematica della violenza di genere, e dopo la due giorni al liceo Principe Umberto, dove a essere sviscerato è stato il tema di quali siano le pratiche che alimentano la mafia, l'attenzione dell'associazione si rivolge alla tratta dei migranti e al traffico di esseri umani e al ruolo della criminalità organizzata negli sbarchi.

Ne parleranno domani, 4 marzo 2015, ore 11, presso il Liceo scientifico Galilei Galilei, con gli studenti dell’ultimo anno del liceo scientifico oltre a Giuseppe Agosta, figlio di Alfredo, il carabiniere ucciso dalla mafia negli anni Ottanta, il Sostituto Procuratore Vincenzo Serpotta, il presidente dell'Alfedo Agosta, Fausto Sanfilippo e Mariolina Malgioglio, avvocato dell'associazione che modererà l'incontro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento