La pallanuotista catanese Giusi Malato al fianco di chi combatte contro il cancro

In Italia c'è un progetto che combatte i tumori in un modo molto particolare. Si chiama “Atleti al tuo fianco” ed è un'iniziativa che spinge leggende dello sport a raccontare la propria carriera agonistica

In Italia c'è un progetto che combatte i tumori in un modo molto particolare. Si chiama “Atleti al tuo fianco” ed è un'iniziativa che spinge leggende dello sport a raccontare la propria carriera agonistica, dialogando con un medico che racconta loro alcuni aspetti della vita quotidiana di chi lotta contro il cancro. Impossibile? A vedere quale partecipazione vi sia stata fino ad oggi in questa iniziativa, pare proprio di no. L'obiettivo è abbattere il tabù, aiutare la società a rendersi contro che di cancro si può parlare serenamente e che, soprattutto, si possono aiutare molte persone implicate in questa difficile battaglia semplicemente facendole sentire meno isolate nelle loro difficoltà.

Anche Giusi Malato, campionessa catanese della pallanuoto italiana ed internazionale, è entrata a far parte di questa iniziativa, attraverso una testimonianza che è consultabile alla pagina ufficiale di Facebook “Atleti al tuo fianco”, organo di divulgazione del progetto.

Nella sua intervista, ha ripercorso alcuni momenti emblematici della sua carriera, come la vittoria della medaglia d'oro alle Olimpiadi di Atene 2004; dalle sue parole, è emerso uno sconfinato amore per la città di Catania.

“Non so se fuori da Catania avrei potuto raggiungere i risultati che ho ottenuto - racconta il centroboa oggi responsabile delle piscine di Torre del Grifo - perché affrontare le sfide in un contesto che ti fa sentire a casa tua, è stata una forza in più”. Il responsabile dell'iniziativa, patrocinata da aRenBì Onlus, è il dott. Alberto Tagliapietra, medico chirurgo che lavora nel campo della psiconcologia.

“Un tumore crea un confine dal resto del mondo” ha dichiarato il dott. Tagliapietra, “si è sottoposti infatti alla dannosa impressione di non poter raccontare quello che si vive, come se la sofferenza e le difficoltà fossero temi rifiutati dalla società. Il progetto Atleti al tuo fianco nasce proprio per questo: gli sportivi abbattono questa barriera semplicemente dialogando, confrontandosi su temi agonistici e aspetti dell'oncologia, con serietà e serenità, senza drammaturgia né retorica".

Ad oggi, sono tantissimi gli atleti delle più varie discipline, che fanno parte di questa grande squadra: da Gianni Bugno a Nicola Pietrangeli, da Kristian Ghedina al calciatore brasiliano Leonardo, da Samuele Papi a Riccardo Pittis. Tutti queste leggende vengono immortalate in una fotografia, sorridenti con le mani unite, a simboleggiare la vicinanza fisica ed emotiva che esprimono a chi è ammalato, elementi base di qualsiasi terapia. Sulla pagina Instagram “Atleti al tuo fianco”, si è così creato uno splendido murales di sportivi che hanno segnato la storia dello sport italiano, che oggi vogliono semplicemente dire a coloro che stanno combattendo un tumore, che non sono da soli in questa difficile sfida.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento