La Playa verso la riqualificazione ecocompatbile con infrastrutture e servizi

Il sindaco Raffaele Stancanelli ha inviato al Consiglio comunale l’atto deliberativo per la trattazione urgente dell’adozione definitiva del grande piano di sviluppo del litorale sabbioso, con il parere positivo dell'Enac e del Genio Civile

Con il parere favorevole dell’Enac alla variante sul Piano Urbanistico Attuativo “Catania sud”  acquisito  due giorni addietro, si conclude la procedura avviata nel 2002 per rilanciare la Playa di Catania con infrastrutture e servizi a bassa densità turistico ricettiva.

Nella giornata di ieri il sindaco Raffaele Stancanelli ha inviato al Consiglio comunale l’atto deliberativo, per la trattazione urgente dell’adozione definitiva del grande piano di sviluppo del litorale sabbioso. Obiettivo è la riqualificazione ecocompatbile della Plaia attraverso la valorizzazione delle potenzialità turistico-ricettive dell’area, con la realizzazione di un sistema integrato di fruizione del litorale, di un parco costiero,  una zona turistico ricettiva, impianti sportivi, verde urbano e parcheggi. Questi interventi, da realizzarsi mediante investimenti esclusivamente privati, rappresentano la strategia principale per avviare un processo di sviluppo capace di attrarre investimenti economici, promuovere una crescita economica e sociale, operare con incisività sul processo occupazionale.

Lo scorso 27 giugno, i privati  che nel 2009 avevano presentato il Progetto “Stella Polare”, hanno sottoposto all’Amministrazione Comunale, chiedendo di farla propria, una nuova proposta finalizzata a rispettare le prescrizioni dell’ENAC, delocalizzando in aree più lontane, le funzioni non compatibili con il traffico aereo.

Una volta acquisiti, lo scorso mese di  Febbraio, i pareri positivi del Genio Civile e appena due giorni addietro quello dell’Enac, per rendere possibile la realizzazione Centro Polifunzionale proposto dalla società Stella Polare, il sindaco Stancanelli ha fatto predisporre con massima urgenza variante al piano precedentemente approvato.

Il Centro Polifunzionale, da realizzare in un’area di circa 1.200.000 mila mq in dettaglio prevede l’inserimento di  diversi elementi attrattori in un unico complesso urbanistico integrato: il Palazzo dei Congressi, il Palazzo delle Esposizioni, l’Acquario e il Parco divertimenti.

“La realizzazione di queste strutture –ha detto il sindaco Stancanelli firmando l’atto per l’esame del consiglio comunale- sono destinate a dare un contributo irripetibile allo sviluppo della Playa, anche perchè siamo consapevoli che essi sono finanziariamente sostenibili solo con l’apporto di tutte le altre attività che completano l’intervento. Il progetto è di spiccato interesse pubblico in quanto, oltre a rendere possibile la fruizione del litorale e del parco costiero, punta ad attrarre un flusso turistico notevole, senza contare che il processo di riqualificazione produrrà positive ricadute in campo socio economico innescando un consistente processo occupazionale. Mi auguro -ha concluso il sindaco Stancanelli- che il Consiglio Comunale, tenuto conto delle oggettive ricadute positive in termini di sviluppo e opportunità di lavoro, valuti adeguatamente queste opportunità e riservi ogni attenzione anche nei tempi di esame ”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Bancarotta fraudolenta, sotto sequestro 3 ristoranti: arrestato il titolare del "Cantiniere"

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

Torna su
CataniaToday è in caricamento