La squadra Lupi sequestra oltre 1 chilo di cocaina pura: arrestato il corriere

I carabinieri della “Squadra Lupi” del nucleo investigativo del comando provinciale di Catania hanno arrestato il 46enne Salvatore Marletta di Palagonia per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio

I carabinieri della “Squadra Lupi” del nucleo investigativo del comando provinciale di Catania hanno arrestato il 46enne Salvatore Marletta di Palagonia per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. I continui atti vandalici con danneggiamenti alle spese dei coltivatori dell’area agrumicola del calatino, purtroppo ultimamente registratasi con gravi ripercussioni sull’economia locale, hanno reso necessaria l’intensificazione dei conseguenziali servizi preventivi in ottemperanza delle disposizioni prefettizie. Anche la Squadra Lupi, pertanto, è stata incaricata di pattugliare quelle zone per infrenare il fenomeno delinquenziale, plasmando le proprie caratteristiche d’intervento operativo a quel contesto ma evidentemente, in questo caso, la loro specifica esperienza nel contrasto ai reati di droga ha fatto centro.

Video | Le immagini dell'operazione

Una pattuglia dei Lupi infatti, mentre percorreva la Strada statale 417 in località Contrada di Guarni del comune di Ramacca, ha notato una Fiat Grande Punto fuoriuscire da una stradina sterrata il cui guidatore però, prima d’immettersi nella circolazione, ha temporeggiato guardandosi intorno più volte. L’atteggiamento guardingo non è sfuggito all’occhio esperiente dei militari che hanno fermato l’autovettura per identificarne il conducente il quale, manco a dirlo, sin da subito ha mostrato inequivocabili segnali di tensione emotiva Il controllo approfondito dell’autovettura, mediante l’esecuzione di una perquisizione, ha presto svelato il motivo dello stress. Nascosta sotto il tappetino anteriore del passeggero, hanno trovato una busta di cellophane contenente 640 grammi di cocaina solida.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il possesso del considerevole quantitativo di droga ha fatto ovviamente presumere ai militari che l’uomo fosse un “corriere” e che, ragionevolmente, potesse ulteriormente detenerne. Marletta alle specifiche domande dei militari rivoltegli nell’immediatezza, avendo compreso di dover alleviare il già pesante fardello giudiziario che gli si prospetta davanti, ha indicato loro un casolare poco distante adibito a deposito di attrezzi agricoli dove, all’interno di un contenitore di plastica per la conservazione del concime, hanno rinvenuto una busta con ulteriori 390 grammi della stessa sostanza stupefacente. Si stima che, con il quantitativo di droga sequestrata, si sarebbero potute ricavare oltre 5.000 dosi che, piazzate al dettaglio, avrebbero potuto fruttare con la vendita al minuto circa 150.000 euro. L’arrestato è stato tradotto nel carcere di Caltagirone in attesa delle determinazioni dell’Autorità Giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza regionale sul Coronavirus: obbligo di mascherina e più controlli

  • Carabiniere preso a calci e pugni ad un posto di blocco da un 39enne

  • Blitz antidroga a San Cristoforo, sequestrati cocaina e 7 mila euro in contanti

  • Il Gruppo Arena lancia l’ultimo modello di Superstore

  • Incidente in Tangenziale, traffico in tilt: un ferito grave

  • Coronavirus, avvocato positivo: scatta protocollo di sicurezza al palazzo di giustizia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento