La Uil Fpl di Catania invita il comune alla stabilizzazione dei precari

Dopo l’incontro con i rappresentanti dell’amministrazione dello scorso 6 giugno, gli esponenti sindacali hanno elaborato un sistema che, sui dati forniti da Palazzo degli Elefanti, potrebbe consentire la stabilizzazione del personale

La Uil Fpl di Catania, con una nota a firma del segretario territoriale Stefano Passarello e del segretario Regionale Luca Crimi, ha consegnato le proprie ipotesi di proposte utili per la stabilizzazione del personale Puc precario in forza al comune di Catania.

Dopo, infatti, l’incontro con i rappresentanti dell’amministrazione dello scorso 6 giugno, gli esponenti sindacali hanno elaborato un sistema che, sui dati forniti da Palazzo degli Elefanti, e in seguito alla sentenza del Cga 162 del 2016, potrebbe consentire la stabilizzazione del personale.

Secondo la Uil Fpl, vi è la disponibilità in pianta organica dell'ente per l'assunzione; vi sono le risorse assunzionali che permettono l'avvio delle assunzioni; i contratti devono essere avviati all'1 gennaio 2017 e quindi da prevedere nel bilancio preventivo; tutti i lavoratori fanno parte dell'elenco unico e pertanto la loro assunzione può essere bilanciata, per la durata di tre anni, con il fondo di squilibrio previsto dalla legge regionale siciliana.

"Pertanto la proposta della Uil Fpl si fonda sui dati forniti dall’amministrazione comunale e in aggiunta a quanto sancito dalla sentenza del Cga di Palermo, num. 162/2016: il Giudice per il tramite di questa sentenza sancisce il principio che le stabilizzazioni di detto personale non sono da considerarsi come nuova assunzione, bensì come trasformazione di contratto; per tale ragione, venendo a cadere tutti i vincoli assunzionali previsti dalla norma vigente, l’amministrazione può utilizzare le risorse assunzionali al 100% garantendo di fatto la stabilizzazione a tutto il personale utilizzato, auspicando un contratto a 36 h", conclude la nota.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento