La Vecchia Dogana vieta l'ingresso alle bici

Riceviamo e pubblichiamo una lettera ricevuta da un lettore che lamenta l'impossibilità di portare bici all'interno della Vecchia Dogana

Recentemente ho 'scoperto', sperimentando di persona, che non sono ammesse le bici all'interno della Vecchia Dogana, il più recente e (potenzialmente) promettente fiore all'occhiello della città.
Peccato, perchè il posto si presta molto ai visitatori in bici, sarebbe uno dei pochissimi luoghi in città dove potersi sedere per un caffé, un drink, o un pasto, ed avere la bici sott'occhio.
Invece niente, e non c'è neanche un rack decente all'esterno (magari videosorvegliato) per assicurare la propria fedele amica a pedali.

Lo spazio all'interno non manca, e la 'presenza' di biciclette, colorate e scintillanti, darebbe quel tipo di atmosfera di moderna e attuale 'buona' qualità della vita di cui Catania ha disperato bisogno; (vedi classifica ecosistemi urbani del Sole24Ore). Il ritorno all'uso urbano della bici è ormai una necessità conclamata, con chiare direttive della commissione europea al riguardo.

La Vecchia Dogana potrebbe facilmente diventare IL luogo d'incontro dei più eleganti ciclisti urbani Catanesi che, anche se non sembra, sono in costante crescita di numero e 'qualità' (e che dovranno 'necessariamente' crescere...), anzi a meglio vedere, per com'è strutturata, la Vecchia Dogana sembra proprio 'pensata' per ospitare clienti con bici al seguito.

E va da sè che chi capisce, e decide di non usare più il Cayenne (o anche una Mini) in città preferendo una sana, rinfrancante e comoda pedalata, non userà una bici da 'hard-discount' o ferraglia arruginita da 20€, sicuramente sceglierà una bici più comoda, performante, bella, elegante, quindi plausibilmente, preziosa.... (che so, magari una Pedersen Bike, con cambio Rohloff; circa 3Mila+ €, o una sicilianissima Montante 'vintage replica'...)

Catania, come tutte le città 'storiche' d'Italia, può/deve solo sperare che l'uso urbano della bici aumenti; per questo un luogo come la Vecchia Dogana, così in sintonia (quantomeno potenziale) con le direttrici di crescita economica opportune e necessarie, non può e non deve 'lasciar fuori' le bici dei clienti e dei visitatori, fors'anche in galleria.

Mi auguro di cuore che la Direzione riveda la policy riguardo alle bici, e sappia sintonizzarsi con quei trends che sono alla base della nuova 'crescita' di cui abbiamo così tanto bisogno.
Grazie per la cortese attenzione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, scontro tra un furgone e una Porsche: un morto e due feriti

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento