rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Acireale

Ladri di marmitte ancora in azione: due denunce

L'attività di controllo del territorio degli agenti del commissariato di Acireale

La scorsa settimana, il personale della squadra volanti del commissariato di Acireale, nell’ambito della quotidiana attività di controllo del territorio, è intervenuto più volte al fine di fermare attività delittuose in atto identificando gli autori. In particolare, lo scorso 3 dicembre, un noto pregiudicato trentenne acese, è stato sorpreso in via Piemonte, sdraiato sotto una Toyota Yaris, intento ad asportare parte della marmitta catalitica. L’intervento tempestivo degli agenti ha impedito che l’auto fosse danneggiata: sono stati sequestrati un flex a batterie ed altri utensili, mentre l’uomo è stato deferito alla Procura della Repubblica e dovrà rispondere di tentato furto aggravato.

L’indomani, il 4 dicembre, intorno alle ore 19, lo stesso pregiudicato, insieme a un altro pregiudicato, suo coetaneo, è stato fermato per un controllo, sempre da personale del Commissariato. Immediatamente, gli operatori di polizia hanno verificato che all’interno della vettura su cui viaggiavano i due pregiudicati, vi erano un flex a batterie e parte di una marmitta catalitica, tagliata alle due estremità, riconducibile ad una Toyota Yaris. A nulla sono valse le improbabili giustificazioni dei due, che affermavano di avere acquistato quel pezzo su internet, anche in questo caso i due sono stati deferiti alla Procura della Repubblica, questa volta per il reato di ricettazione in concorso. Lo scorso 5 dicembre lo stesso personale della squadra Volanti, intorno alle ore 18.30 circa, transitando per via Giovanni Verga, ha notato una utilitaria, con a bordo 5 giovani, che destava sospetto: gli uomini della pattuglia hanno deciso dunqie di sottoporre a controllo gli occupanti, estendendo la perquisizione al mezzo. Durante l’attività di ricerca, sotto il tappetino lato passeggero, sono stati rivenuti degli involucri contenenti marijuana. La sostanza stupefacente, è stata quantificata, successivamente, in grammi 40 circa. Approfonditi gli accertamenti sui 5, uno di loro, un ventunenne acese, addebitava a sé stesso il possesso dello stupefacente, escludendo la responsabilità degli altri giovani in suo compagnia. Pertanto, il giovane è stato denunciato per detenzione al fine di spaccio di sostanze stupefacenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ladri di marmitte ancora in azione: due denunce

CataniaToday è in caricamento