Sbarcati a Lampedusa arrivano a Catania: disposta l'espulsione

I due giovani extracomunitari sono stati rintracciati in prossimità del presidio ospedaliero San Marco a Librino

Nella giornata di ieri, gli agenti delle Volanti, durante un servizio di controllo del territorio, hanno rintracciato nel quartiere Librino, in prossimità del presidio ospedaliero San Marco, due giovani extracomunitari di 23 anni, privi di qualsivoglia documento di riconoscimento. Grazie agli accertamenti eseguiti, di concerto con l’ufficio immigrazione, si è risaliti all’identità dei due: entrambi di nazionalità tunisina, e arrivati in Italia qualche giorno fa a Lampedusa. I due risultavano infatti essere stati già foto segnalati. Alla luce di quanto verificato, risultando irregolari sul territorio nazionale, è stato emesso nei loro confronti dal Prefetto di Catania un provvedimento di espulsione con accompagnamento alla frontiera. In attesa dei necessari tempi tecnici per l’esecuzione del provvedimento prefettizio, il questore di Catania Mario Della Cioppa ha disposto l’immediato trasferimento dei due presso il Centro di Identificazione ed Espulsione di Bari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

Torna su
CataniaToday è in caricamento