menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Largo Bordighera, polizia arresta tre topi d’appartamento

Alle 7 circa la locale sala operativa riceveva tramite il numero 112 la chiamata, nella quale veniva segnalata l’introduzione in un’abitazione in zona Largo Bordighera da parte di tre persone sospette

La polizia ha arrestato tre topi d’appartamento. In particolare, l’ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico e la Digos della Questura di Catania hanno arrestato Emanuele Intravaia (classe 1978), Natale Gaetano Musumeci (classe 1982) e G. A.P. (classe 1994) per il reato di furto aggravato in abitazione in concorso, i quali sono stati anche indagati per il possesso di chiavi alterate o grimaldelli. Alle 7 circa la locale sala operativa riceveva tramite il numero 112 la chiamata, nella quale veniva segnalata l’introduzione in un’abitazione in zona Largo Bordighera da parte di tre persone sospette. Il chiamante forniva una descrizione accurata di questi tre individui.

Sono così intervenuti una volante di Picanello e un equipaggio della Digos in servizio di controllo del territorio e hanno intercettato i tre sulla pubblica via, segno che avevano già abbandonato l’appartamento, nel quale, come si accerterà, si erano poco prima abusivamente introdotti, forzando la porta d’ingresso e mettendo tutto a soqquadro ed asportando alcuni oggetti.

Nonostante l’intimazione dell’ “Alt Polizia” i tre si sono dati alla fuga per le vie limitrofe, in direzioni diverse, in modo da eludere la cattura. I due equipaggi di polizia allora hanno cominciato un lungo inseguimento a piedi, che si è concluso fino a quando ciascuna pattuglia è riuscita a bloccare rispettivamente due dei tre malviventi. G. A.P. è riuscito in un primo tempo a guadagnare la fuga, ma l’equipaggio della Digos è riuscito a rintracciarlo nella zona della sua residenza.

In merito all'arresto di G. A.P., pubblichiamo le precisazioni del suo legale l'avv. Luigi Bellissima: "Il Tribunale di Catania, Sez. IV Penale in composizione monocratica, con Ordinanza resa all'esito dell'udienza di convalida dell'arresto celebratasi in data odierna, non ha convalidato l'arresto eseguito nei confronti di G. A.P. (in primis per assoluta carenza indiziaria oltre che per mancanza dello stato di "flagranza"), disponendone l'immediata remissione in libertà e non procedendo nei confronti dello stesso al "giudizio per direttissima"'.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Pulizie di casa - Proprietà e benefici dell'aceto

Salute

Ospedale Garibaldi Nesima, nuovi microscopi per l'oftalmologia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento