Latitante è stato catturato dai carabinieri a Palagonia

L'uomo, nel febbraio del 2014, era sfuggito alla cattura nell'ambito dell'operazione antimafia denominata "Prato Verde", condotta dal personale della Dia di Catania che ha disarticolato parte del clan Cappello, operante nella piana di Catania e nei quartieri di Librino e del Pigno

Un latitante è stato catturato dai carabinieri a Palagonia. In manette è finito Carmine Bruno Marletta, 35 anni, originario di Vercelli, ma da tempo residente a Palagonia.

L'uomo, nel febbraio del 2014, era sfuggito alla cattura nell'ambito dell'operazione antimafia denominata "Prato Verde", condotta dal personale della Dia di Catania che ha disarticolato parte del clan Cappello, operante nella piana di Catania e nei quartieri di Librino e del Pigno.

I militari, dopo più di un anno di indagini e ricerche, rese difficoltose dai continui spostamenti del ricercato tra la Sicilia ed il nord Italia, hanno chiuso il cerchio riuscendo ad individuarlo e catturarlo con un'azione fulminea mentre in auto si spostava nel centro della cittadina palagonese. Come disposto nella misura cautelare originaria l'arrestato e' stato relegato ai domiciliari con l'accusa di concorso in detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento