Laura Salafia: l'Unità spinale dell'Ospedale Cannizzaro è pronta ad accoglierla

Alla richiesta di Laura Salafia che vuole ritornare a Catania, la città - in parte- sta rispondendo. Dopo il presidente della Regione Lombardo anche l'Unità spinale dell'Ospedale Cannizzaro è pronta ad accogliere la ragazza

Alla richiesta di Laura Salafia che vuole ritornare a Catania, la città - in parte- sta rispondendo. Dopo il presidente della Regione, Raffaele Lombardo, che ha manifestato la volontà della Regione siciliana di accogliere a braccia aperte Laura, "una figlia di questa terra vittima di una vicenda assurda", anche l'Unità spinale dell'Ospedale Cannizzaro aspetta la ragazza.

L'Unità, infatti, è una struttura di terapia e riabilitazione dedicata alle persone che hanno subito una lesione al midollo spinale e si ritiene, pertanto, in grado di assistere la studentessa rimasta paralizzata dopo essere stata colpita da una pallottola vagante lo scorso 1° luglio 2010.

La richiesta di trasferimento di Laura, dovrebbe partire dall'Istituto di Montecatone dove la ragazza è attualmente ricoverata e che, già, collabora con l'Unità catanese.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Mentre si fanno supposizioni sul rientro di Laura nella sua città - attraverso anche l'aiuto di una sottoscrizione che permetterebbe alla famiglia di sostenere le spese-  giovedi è prevista la sentenza in merito alla sorte del feritore, Andrea Rizzotti, che rischia 16 anni di reclusione per duplice tentato omicidio.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento