rotate-mobile
Sabato, 29 Gennaio 2022
Cronaca Corso Italia / Piazza Giovanni Verga

Processo Laura Salafia: chiesti 16 anni e 500mila euro al feritore

AAndrea Rizzotti, l'uomo che nel luglio del 2010 ha sparato in Piazza Dante ferendo la studentessa universitaria Laura Salafia, rischia sedici anni di carcere. Di questi sedici anni, un terzo già si considera scontato per via del "rito abbreviato"

Andrea Rizzotti, l'uomo che nel luglio del 2010 ha sparato in Piazza Dante ferendo la studentessa universitaria Laura Salafia, rischia sedici anni di carcere. Di questi sedici anni, un terzo già si considera scontato per via del "rito abbreviato". L'uomo, infatti, è accusato di duplice tentato omicidio aggravato da futili motivi.

L'avvocato di parte civile, Carmelo Peluso, ha annunciato la costituzione di un comitato per sostenere Laura Salafia, che entro Natale tornerà a Catania. La ragazza, infatti, dal giorno della sparatoria, è rimasta paralizzata. Non muove nè gambe nè braccia ed è ricoverata da 15 mesi al Reabilitation Institute di Imola.

Durante il processo, la pubblica accusa ha respinto l'ipotesi della legittima difesa dichiarata nel corso delle indagini preliminare dal Rizzotti. Lo stesso imputato, ieri, ha chiesto pubblicamente scusa a Laura e alla famiglia, ricordando quanto successo qeul giorno. Ha dichiarato, infatti, di aver visto Gravino - l'uomo che voleva ferire- impugnare una pistola in mano. Gravino - finora mai presentatosi in aula - ieri ha dichiarato che, in realtà stava tirando fuori dalla tasca un telefonino e non un'arma. L'uomo ha raccontato di aver sentito, quel giorno, solo gli spari e un forte dolore alla spalla.


La parte civile ha chiesto una provvisionale di 500 mila euro. Somma che la famiglia di Laura, difficilmente riuscirà ad avere, dato che il Rizzotti risulta essere nullatenente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Processo Laura Salafia: chiesti 16 anni e 500mila euro al feritore

CataniaToday è in caricamento