Processo Laura Salafia, ridotta la pena per l'autore della sparatoria

Da diciotto a sedici anni e sei mesi per Andrea Rizzotti, l'uomo che il primo luglio del 2010 in piazza Dante, nel centro di Catania, sparò contro il pregiudicato Maurizio Gravino e colpì invece la studentessa

Pena ridotta di un anno e mezzo da diciotto a sedici e sei mesi per Andrea Rizzotti, l'uomo che il primo luglio del 2010 in piazza Dante, nel centro di Catania, sparò contro il pregiudicato Maurizio Gravino, e colpì invece la studentessa Laura Salafia, rimasta quasi totalmente paralizzata.

I giudici della prima sezione della Corte d'Appello di Catania (presidente Ignazio Santangelo, a latere Mignemi e Muscarella) hanno emesso la sentenza di secondo grado per l'imputazione di tentato omicidio. L'accusa, con il procuratore generale Giulio Toscano, aveva chiesto la conferma della pena di primo grado, quando Rizzotti era stato condannato dal Gup Luigi Barone a 18 anni. Il difensore Giorgio Antoci, aveva, tra l'altro invocato, come gia' in primo grado, l'esimente della provocazione, che i giudici hanno ritenuto insussistente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento