rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Cronaca

Titolare di una lavanderia denunciata per aver 'mentito' sulla quantità di acque reflue

La responsabile di una tinto-lavanderia industriale di Acireale aveva dichiarato il falso sulle le emissioni di acque reflue della propria attività ed è stata denunciata per il reato di falsità ideologica

La titolare di una tinto-lavanderia industriale di Acireale aveva dichiarato il falso sulle le emissioni di acque reflue della propria attività ed è stata denunciata per il reato di falsità ideologica in atto pubblico in concorso con il direttore tecnico dell'attività, oltre che per scarico di acque reflue industriali senza autorizzazione.

I carabinieri del Noe di Catania hanno infatti accertato che la titolare dell’attività, una 47enne,aveva dichiarato che la propria lavanderia non trattava più di 100 chili al giorno di biancheria e che, pertanto, lo scarico delle acque reflue prodotte poteva essere assimilato ad uno scarico di tipo domestico.

Mentre di fatto la tinto-lavanderia aveva una potenzialità complessiva di carico sino a 283 kg che gli imponeva il possesso di un’autorizzazione allo scarico per acque industriali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Titolare di una lavanderia denunciata per aver 'mentito' sulla quantità di acque reflue

CataniaToday è in caricamento